Unitus, successo della “Notte Europea dei ricercatori”

250 persone, decine di giovani ricercatori e molti studenti hanno animato ieri sera la “Notte Europea dei ricercatori” al complesso di S.Maria in Gradi. Nell’Aula Magna del rettorato, presenti il sindaco Arena, la presidente del Tribunale Covelli, il presidente di Unindustria Tortoriello, il comandante della SAS Addis, c’è stato il saluto del rettore Ruggieri, poi l’intervento del professor Bernabucci presidente della Commissione Ricerca Scientifica dell’UNITUS. Poi tanti eventi: ai chiostri, alla biblioteca, al sistema museale d’Ateneo, tra gli stand dei Dipartimenti per conoscere i ricercatori e le loro attività. Una serata , andata avanti fino alle 23, che ha creato uno stretto legame tra scienza e società. Un’opportunità per conoscere i luoghi i volti e l’organizzazione dell’Università della Tuscia. “Il Festival della Scienza-ha sottolineato il rettore-è una ulteriore dimostrazione di come l’Ateneo Viterbese si apre al territorio e intenda rafforzare la collaborazione con esso, di come le eccellenze siano proposte nella loro interezza e delle tante potenzialità dell’UNITUS. Un’occasione che si ripete ormai da anni e che richiama sempre tanta gente. La dimostrazione- ha proseguito Ruggieri, è che tutti gli eventi proposti abbiano registrato il tutto esaurito”. Il Festival della Scienza prosegue oggi con una conferenza su Leonardo da Vinci all’Aula Magna di S.Maria in Gradi e nel pomeriggio dalle 17, “Esperimenti in Cortile” attività scientifiche guidate dagli studenti delle superiori nel cortile del Palazzo dei Priori. Sarà questo l’ultimo evento del Festival.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI