Una caccia al tesoro con un tesoretto ritrovato dietro al monumento dedicato ai medici in prima linea contro il coronavirus.

Mai si era vista una giocosità ed una animata partecipazione in una caccia al tesoro serale  nel centro storico di Viterbo nel planning di eventi  della Via degli Artisti.

15 squadre si sono iscritte al bar di Prato Giardino ricevendo la felpa sponsorizzata dai sostenitori dell’evento. Il montepremi un gruzzoletto di 500 euro messo in palio dall’Antica Latteria di  Viterbo, con Roberto e Stefano Zena in prima linea.

Le squadre hanno percorso il centro cittadino  attraversandoda  piazza della Rocca al Palazzo Papale, da porta della Verità fino a porta Faul.  Tutti a  passo felpato alle ricerca del tesoro nascosto dentro le mura cittadine.

Le prove richieste le più disparate, rese animate lo scorso sabato sera dal in pieno clima di Halloween da canti, fantasmi ed altre piccole follie. Alcune delle buste sono ancora nascoste nei monumenti di Viterbo.

A mezzanotte la prima squadra composta da un groppo  di Vetralla, si è arresa. Le prove nella secondo parte della caccia richiedevano abilità con i social e tanta faccia tosta.

Due le squadre che  si sono superate ininterrottamente L’ha spuntata la squadra  denominata “via Roma 24”, nome similare a quello di un taxi la cui unica differenza è che qui il motore sono state le gambe e una frenetica  tifoseria che da casa con monitor e mappe di google ne ha sostenuto la “caccia”.

Il tesoro, un cofanetto,  nascosto dietro al monumento del 2020 dedicato ai medici in prima linea contro il Covid-19.

La premiazione sarà annunciata prossimamente e avverrà nella gustosa sede del big sostenitore L’antica latteria a porta della Verità a Viterbo. Per tutti l’arrivederci è all’edizione 2022.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI