Turismo e Qualità di vita, cabina di regia anche per la Tuscia

PIAZZA DEL PLEBISCITO

La vicina Orvieto con cui vorremmo condividere i progetti del turismo coordina una “cabina di regia” per congiungere i vari soggetti impegnati nel Progetto Integrato di Sviluppo Turistico, Culturale e Territoriale del luogo e mette in atto un incontro pubblico dal titolo “Orvieto: Ultima Chiamata” ricercando l’opportunità concreta per rilanciare il turismo del territorio.

Lo scorso 29 novembre in quella sede comunale hanno partecipato in molti, per una riflessione generale che ha messo in atto una bozza in cui si fissano le linee guida per la creazione di un Progetto Integrato di Sviluppo Turistico, Culturale e Territoriale. E’stato creato un team, un tavolo di lavoro di addetti, composto da professionisti del comparto del turismo, per avviare un progetto che pilotato dal primo cittadino umbro e dalla sua Giunta metta in atto le fasi dell’azione che il Comune di Orvieto intraprenderà per – coordinare la famosa ‘cabina di regia’ che legherà con tutti i soggetti: operatori economici, rappresentanti delle categorie, delegati dei comitati universitari.

Un esempio da seguire perché solo un lavoro di rete può creare un tavolo propositivo che faccia ben sperare che anche Viterbo e il suo comprensorio possano realmente produrre un risultato importante per i prossimi anni. l’Amministrazione Comunale e il Sindaco Michelini debbono averne ferma volontà affrontando i vari aspetti e problematiche inevitabili,e senza tentennamenti andare avanti per raggiungere un risultato che faccia si che nel 2015 Viterbo riprenda a salire le vette di quella classifica nazionale in cui il Sole 24 ore sulla “Qualità della vita nelle province italiane” in questo 2014 l’ha posizionata al 71°posto perdendo tutto d’un colpo tre posizioni rispetto all’anno precedente. Con un segnale così concreto i cittadini saranno dalla loro parte.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI