Tumulo Cima nella necropoli di San Giuliano

di Francesca Pontani*

Il Tumulo Cima è il monumento funerario più imponente della necropoli etrusca di San Giuliano (Barbarano Romano) e prende il suo nome dalla località in cui si trova.

 

Età Orientalizzante

Il Tumulo Cima è un interessante esempio di architettura funeraria di età Orientalizzante, un grande tumulo di 25 m. di diametro, molto vicino per tipologia a quelli contemporanei di Cerveteri, e per la sua realizzazione è stato in parte scavato ed in parte edificato.

 

La tomba principale occupa il centro di questa struttura circolare sulla cui circonferenza si aprono gli ingressi di numerose tombe a camera; tombe a camera che sono appartenute a personaggi della stessa famiglia e realizzate anche molti anni dopo la tomba principale.

 

La tomba principale si trova infatti al centro: è un’importante tomba principesca a due camere, secondo lo schema tipico del periodo, scavata nella roccia, nel tufo.

 

I tumuli etruschi erano coperti sopra il tamburo di base da un cono realizzato con gli stessi detriti di costruzione e scavo, a loro volta compattati da terra e ricoperti dalla vegetazione: è così che si presenta oggi il Tumulo Cima.

 

DATAZIONE

I confronti architettonici più forti avvicinano la struttura del Tumulo Cima all’ambiente di Cerveteri e di Vulci. Sulla base dei reperti rinvenuti e sulle caratteristiche architettoniche questo monumento si data all’inizio della seconda metà VII secolo a.C. (650-640 a.C.) mentre è in una fase successiva che furono aperte altre tombe.

 

Nel prossimo articolo, il 30 aprile, andremo a Viterbo.

 

*Francesca Pontani – www.francescapontani.it – Archeologa del comitato scientifico del Museo Archeologico delle Necropoli Rupestri di Barbarano Romano. Egittologa, conoscitrice di lingue antiche come i geroglifici, la lingua sumerica e accadica, la lingua etrusca, lavora nel mondo del web. Nel blog e sul canale YouTube ArcheoTime sono visibili le sue camminate archeologiche on the road. Innamorata della comunicazione e della scrittura, guida i lettori di TusciaUP nella conoscenza del nostro territorio attraverso Tour di Archeologia in Tuscia.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI