Treno d’epoca a vapore: successo e consenso per la riapertura della tratta ferroviaria

Puntualissimo più di quanto lo sia un treno dei nostri giorni alle ore 10,55, come previsto, è giunto alla stazione di CapranicaSutri il treno d’epoca a vapore organizzato dall’associazione TERRA TUA in collaborazione con le associazioni Tuscia in Treno, AICS comitato provinciale Viterbo, Comitato per la riapertura della Ferrovia Civitavecchia CapranicaSutri Orte, i Comuni e le associazioni Pro Loco di Capranica e Ronciglione, per far partecipare al Carnevale storico di Ronciglione, i turisti partiti da Roma.
Ad accogliere i 200 turisti una moltitudine di cittadini festanti in attesa sul marciapiede del binario n 1. Molti i bambini presenti ai quali le associazioni organizzatrici hanno offerto maschere, coriandoli, stelle filanti e cappellini carnevaleschi.
Con una giornata splendida di sole, tutti, cittadini e turisti, oltre a poter salire sul treno per le immancabili fotografie affacciati dai finestrini e dai terrazzini delle storiche carrozze, hanno potuto assistere alla girata della locomotiva a vapore sulla piattaforma girevole restaurata a tempo di record per l’occasione.

Ciò ha dato la possibilità ai presenti di esprimere soddisfazione per il ripristino di una delle due piattaforme rimaste nel Lazio.
Manifestazioni di entusiasmo da parte dei presenti anche per l’accoglienza festosa proposta dalle associazioni che hanno collaborato alle iniziative fra cui l’associazione del Corteo Storico, l’associazione Active Space, il gruppo delle Majorettes “le Perline” e dei Ciclisti d’epoca, che hanno messo in scena gradite rappresentazioni. In particolare è stata presentata “La danza dei cavalieri” rivisitata dalla coreografa Federica Chiricozzi, interpretata dalle allieve della scuola di danza dell’Active Space, che indossavano i costumi medioevali del Palio dei Rioni di Capranica. Presenti i deputati Massimiliano Bernini e Alessandro Mazzoli. Erano altresì presenti il vice sindaco Katia Taste di Capranica, il Sindaco di Sutri Guido Cianti e Pietro Nocchi assessore al Comune di Capranica che hanno accolto, con la fascia tricolore, i turisti del treno d’epoca a vapore, al suono dell’inno nazionale.
Ancora una conferma dell’importanza delle iniziative volte a far conoscere attraverso il turismo ferroviario le emergenze culturali, artistiche e folcloristiche che l’Italia esprime nelle sue cittadine. Iniziative che occorre moltiplicare. Riaprendo la linea Civitavecchia-CapranicaSutri-Orte, sarà possibile raggiungere cittadine attraversate dalla ferrovia e cioè la stazione di Madonna del Piano che è al centro della città di Capranica, Ronciglione, Fabrica di Roma, Gallese, Corchiano, Orte e poi collegarsi all’Umbria, quindi Terni, Perugia, Assisi e le Marche e da Capranica Sutri verso Civitavecchia le cittadine di Barbarano, Veiano, Blera la città etrusca di Luni, la valle del Mignone e il Porto di Civitavecchia.

COMITATO PER LA RIAPERTURA DELLA LINEA FERROVIARIA
CIVITAVECCHIA-CAPRANICASUTRI-RONCIGLIONE
email: comitato.civitavecchia.orte@gmail.com www.cafevirtuel.it
[pp_gallery gallery_id=”71097″ width=”600″ height=”450″]

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI