QdA Festival: “And So My Face Became My Scar”, prima mondiale a Civita di Bagnoregio

C’è grande attesa per “And So My Face Became My Scar” (“E così il mio volto diventò cicatrice”) l’ ibrido tra un evento teatrale, una serie televisiva e una mostra d’arte che il Festival Quartieri dell’Arte ha voluto come evento di apertura. Lo spettacolo si scompone in quattro momenti distanziati spazialmente e temporalmente.

Chi lo vedrà avrà la sensazione di vedere un corpo e poi di entrarci dentro con una sorta di sonda-microscopio.

Il progetto nasce dall’incontro tra i drammaturghi vincitori della EUCP Playwriting Competition Quattro autori internazionali under 30 insieme per un testo avvincente e misterioso.In memory of Matteo Latino, nel quadro del progetto EU Collective Plays cofinanziato dal programma Creative Europe dell’Unione Europea.

26 Agosto | Piazza San Donato – Civita di Bagnoregio | h 20,00

AND SO MY FACE BECAME MY SCAR

di Joele Anastasi (Italia), Rasim Erdem Avsar (Turchia), Emily Gillmor Murphy (Irlanda), Danielle Pearson (Gran Bretagna)

con Elena Annovi, Antonio Bissiri, Yuri Casagrande Conti, Luigi Cosimelli, Adelaide Di Bitonto, Elisa Gallucci, Giuseppe Claudio Insalaco, Sara Pantaleo, Samuel Puggioni

regia di Joele Anastasi

aiuto regia Elia Bei

Coproduzione del Festival con Fondazione Teatro di Napoli- Teatro Bellini di Napoli

PRIMA MONDIALE

L’ingresso è offerto dalla Direzione del Festival

L’appuntamento per gli spettatori è alle 20,00 ai piedi del ponte di Civita.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI