Parco di Veio: anche gli agricoltori e gli allevatori potranno catturare i cinghiali

Il piano di controllo numerico dei cinghiali si arricchisce di una nuova importante possibilità. Con una determina, infatti, si è stabilito che anche i proprietari di fondi agricoli all’interno dell’area protetta, agricoltori e allevatori adeguatamente formati e abilitati dall’Ente Parco, potranno contribuire all’attuazione del piano di controllo del cinghiale mediante catture sul loro terreno. Si tratta di una possibilità prevista dallo stesso “Piano per la programmazione di interventi di controllo numerico del cinghiale nel Parco di Veio”. All’avviso a manifestare il proprio interesse a eseguire questa attività, dovranno rispondere gli interessati. L’avviso pubblico è visibile sul sito www.parcodiveio.it alla sezione “avvisi”.

“Si tratta di una grande possibilità che ci permetterà di intensificare il controllo numerico dei cinghiali – dice il presidente del Parco di Veio Giorgio Polesi – abbiamo attuato quanto proprio agricoltori e allevatori, che subiscono danni per la presenza di cinghiali, ci avevano chiesto”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI