Montefiascone, nuovo ecografo all’l’unità operativa di Terapia del dolore e cure palliative

Un nuovo ecografo di alta gamma e di ultima generazione è entrato in funzione nei giorni scorsi presso l’unità operativa di Terapia del dolore e cure palliative, presente preso l’ospedale di Montefiascone, diretta da Giovanni Siena.

La strumentazione, che la Asl di Viterbo ha acquistato investendo 23mila euro, è dotata di un sistema ecografico multidisciplinare compatto e di una sonda lineare che consente l’utilizzo per incannulamento dei vasi venosi e arteriosi, centrali e periferici, garantendo una valutazione puntuale dei versamenti e dei loro drenaggi.

“Il nuovo ecografo di ultima generazione messo a disposizione della struttura – commenta Giovanni Siena – contribuisce a migliorare la qualità delle prestazioni che eroghiamo ai nostri pazienti, in quanto consente una maggiore precisione della terapia e delle infiltrazioni”.

L’unità operativa, la cui équipe, oltre a Giovanni Siena, è composta dai professionisti Pasqualina Alongi, Annette Huttner e Marco Morucci, ha la sua sede centrale presso l’ospedale di Montefiascone ed è l’hub di tutta la rete aziendale della terapia del dolore e delle cure palliative.

Una rete articolata su tutta la provincia – prosegue Siena -, della quale fanno parte gli ambulatori presenti nelle strutture ospedaliere di Belcolle, Acquapendente, Tarquinia, Civita Castellana e nelle case della salute di Bagnoregio e di Soriano nel Cimino, garantendo una reale continuità tra ospedale e territorio, nel rispetto della normativa e delle linee guida regionali”.

I servizi, oltre che ambulatorialmente, erogano prestazioni di terapia del dolore e di cure palliative anche a domicilio per tutti quei pazienti che non possono recarsi nelle sedi aziendali e che non sono ricoverati in regime di hospice.

L’unità operativa, inoltre – conclude Siena – è il centro aziendale prescrittore della cannabis terapeutica a carico del Sistema sanitario regionale”.

Per accedere alla rete della Terapia del dolore e delle cure palliative della Asl di Viterbo, occorre la prescrizione del medico di medicina generale o dello specialista per la prima visita. Successivamente il paziente viene preso in carico dalla struttura, sia a livello ambulatoriale che domiciliare.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI