“Missione cittadina”chiude con idee e percorsi che guardano avanti

Nelle parole di Don Giuseppe Raciti rappresentante della Missione Chiesa Mondo-Roma, la la grande novità di questa Missione popolare viterbese partita il 1 ottobre , si conclude questa ultima domenica del mese, doveva essere non una missione al popolo, ma mettere un popolo in missione, attraverso il coinvolgimento dei laici, veri protagonisti attivi della Missione evangelizzatrice della Chiesa, così come ammonisce papa Francesco.
Si può dire che così è stato, ricordiamo tra i momenti clou l’ingresso nella sala del Consiglio comunale dei 17 parroci guidati dal Vescovo Lino Fumagalli, al confronto con i politici, ma val la pena ricordare anche la risposta popolare al pellegrinaggio di sabato 24 dalla Chiesa del Paradiso alla Basilica della Quercia, e l’attività promossa dai parroci con momenti d’incontro in tutte le parrocchi del capoluogo della Tuscia.
Di questa giornata di chiusura resta il grande incoraggiamento reso dalla Diocesi cittadina ai laici di uscire allo scoperto.
Le parrocchie in stato di missione da parte loro sono uscite fuori coinvolgendo le persone, indicando i laici indicati da “Chiesa mondo”, preparati ad essere protagonisti insieme alla Chiesa dell’attenzione alle persone.
Insomma un evento fortemente vissuto dalla comunità cittadina dal quale restano da cogliere idee e percorsi concreti di assistenza che guardano avanti e focalizzano la realtà del nostro territorio e i fabbisogni essenziali delle persone.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI