A Luni sul Mignone sulle orme di antiche civiltà dell’Etruria

Questa escursione prevede la visita ad uno dei siti archeologici più affascinanti, selvaggi, interessanti di tutta l’Etruria. Percorrendo un tratto della vecchia ferrovia dismessa, attraverso un vero e proprio “safari” tra branchi di cavalli e vacche maremmane brade si perde il contatto con il mondo reale e si entra in una dimensione ideale per rivivere sulle orme di antiche civiltà.

E’ proprio questa atmosfera eremitica che crea il fascino del luogo e fa riscoprire il piacere dell’isolamento. Ma non è certo un deserto! In questa terra, lungo l’asse del torrente Vesca fino ad arrivare al pianoro di Luni, antichissimo ed interessantissimo insediamento collegato alla cultura micenea sin dal XIII sec. a.C, vengono conservati in modo indelebile una miriade di antiche testimonianze: scavi archeologici condotti negli anni ’60 dal Re Gustavo di Svezia hanno portato alla luce fondazioni di “long houses”o capanne appenniniche, scorci medioevali, rocche di castelli, costruzioni etrusche e necropoli perfettamente conservate.

Da queste strette gole scavate dagli allora impetuosi torrenti, tra verdi e incontaminati pascoli, passarono eserciti, mercanti, nobili, re ed ora noi!
Durata 4 ore. Difficoltà media/facile.

Appuntamento
Domenica 21 maggio 2017 ore 9.30 Piazza Papa Giovanni XXIII, Blera (VT).
Ci sposteremo con le automobili fino alla stazione di Monte Romano (8 km), da dove partirà l’escursione.

Condizioni
Minimo 15 partecipanti. Prenotazione obbligatoria.
Abbigliamento e scarpe da trekking, cappello, acqua e uno spuntino.

Informazioni e prenotazioni
info@anticopresente.it – www.anticopresente.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI