Luisa Ciambella : Viterbo Porta del Lazio verso l’Italia

Parte dal rilancio infrastrutturale la sfida di Luisa Ciambella per l’amministrazione della città. “Non possiamo pensare ad una città limitata ai suoi confini e alla sua Provincia. Dobbiamo guardare alla Toscana, all’Umbria, ma soprattutto a diventare la Porta del Lazio verso l’Italia”, dice con convinzione il candidato a sindaco Luisa Ciambella.

Il lavoro fatto in questi anni per la valorizzazione e promozione turistica della città, con il progetto Experience Etruria e la presenza all’Expo di Milano, ha portato risultati tangibili non solo in termine di presenze di visitatori provenienti dall’Italia e dall’estero.

“Soprattutto – evidenza Luisa Ciambella – abbiamo registrato una grande attenzione degli operatori turistici verso l’intero complesso architettonico e culturale della città. Altrettanto l’interesse turistico ha fatto nascere notevoli opportunità economiche che possono creare occasioni di sviluppo per l’imprenditoria locale”.

La prospettiva, dunque, è quella di costruire le condizioni per rendere Viterbo una città capace di accogliere nuovi flussi e offrire al tessuto economico tutte le opportunità necessarie. “Per rilanciare il ruolo di Viterbo come città fulcro di un sistema economico dell’Italia Centrale c’è bisogno di un progetto lungimirante – dice il candidato sindaco Luisa Ciambella -.Abbiamo prioritariamente bisogno di completare un Piano delle Infrastrutture che possano “connettere” Viterbo all’area del Porto di Civitavecchia. L’inaugurazione del nuovo terminal crociere al porto di Civitavecchia deve essere colta come una grande opportunità per Viterbo.

Un’amministrazione che ha a Cuore il destino della città deve impegnarsi perché il progetto presentato nei mesi scorsi dall’Ance per il raddoppio della Cassia diventi realtà in poco tempo facendo da pungolo ad Istutuziono superiori a quella comunale”.

“Non intendiamo fermarci alle promesse – conclude Luisa Ciambella -, ma vogliamo concretamente offrire a Viterbo e ai Viterbesi l’opportunità di vivere in una città che sia il punto di riferimento culturale ed economico del Lazio verso l’Italia Centrale”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI