Con Lucio Lazzari rinasce a Viterbo il Bar Vittoria

Diego Galli

A due passi da Piazza della Rocca, all’incrocio tra via Matteotti e via San Bonaventura, il Bar Vittoria ha finalmente riaperto i battenti. Alla sua guida vi è oggi un gruppo di giovani imprenditori, viterbesi e non, che crede fermamente nel potenziale di Viterbo e nel suo magnifico centro storico. In loro rappresentanza abbiamo oggi Lucio Lazzari, trentacinquenne con un vissuto ricco di esperienze interessanti e a 360°.
La sua storia ha inizio nella città di Blera, ma molti sono stati i traslochi che Lucio ha effettuato nella sua vita. Dapprima Montalto, per seguire il padre comandante della stazione dei carabinieri, poi nuovamente Blera – dove ha ricoperto la carica di assessore per 5 anni con la giunta Peruzzi – infine Viterbo, dove ha completato gli studi universitari ed è giunto per seguire l’amore. Nel suo percorso si annovera anche un’esperienza all’estero, con vari mesi di residenza a Madrid, in Spagna.
Nel capoluogo della Tuscia, il giovane imprenditore è già noto per essere uno dei soci di “The Family” (ClassClub), ma anche per aver avviato una cooperativa sociale chiamata “La Fenice”, impegnata nell’attività sanitaria e di assistenza sociale. Un’insieme di esperienze che rendono Lucio una persona poliedrica o, per sua stessa definizione, “multitasking”.
“La passione per il caffè mi ha portato a prendere in gestione questo posto, il Bar Vittoria, realizzando un sogno che covavo da tempo: aprire uno ‘Speciality coffee’, un luogo dove poter offrire più miscele di caffè”. Come il nuovo inquilino di Piazza Vittoria ci spiega, tale termine non è forse mai stato utilizzato a Viterbo, ma nasce proprio per offrire qualcosa di nuovo. “Sono da sempre un appassionato di Social media, e l’idea è nata anche seguendo la pagina instagram di Francesco Sanapo, uno dei baristi più famosi al mondo, campione mondiale dal 2008 al 2013 e ideatore del format chiamato ‘Ditta Artigianale’, che a oggi conta tre punti vendita e una torrefazione propria, importata da Corsini caffè”.
“Abbiamo deciso di scommettere su un caffè 100% arabica, molto più delicato rispetto alle altre miscele in commercio, generalmente molto robuste ma, a due settimane dall’inaugurazione, ci riteniamo molto soddisfatti dell’andamento del bar”, spiega Lucio, aggiungendo che il Bar Vittoria si appresta ad avviare la propria cucina con l’intenzione di accogliere anche i turisti che giungeranno per il Caffeina Christmas Village di dicembre.
Interesse nei confronti dei nuovi gestori è giunto subito da chi risiede nei suoi pressi. Il bar ha infatti cominciato ad accogliere i “dirimpettai” dell’INPS e di H&M, che giungono puntualmente per la colazione e per un pasto veloce all’ora di pranzo. Il futuro arrivo di piatti caldi permetterà inoltre di sfruttare l’ampio spazio del locale, che si suddivide in tre ambienti differenti: uno spazio esterno, un ingresso luminoso e dallo stile moderno e una grande e accogliente sala interna, che può ospitare anche feste private e intrattenimento musicale.
L’idea di Lucio Lazzari non è però quella di invadere la zona offrendo qualcosa che già conosciamo: “Ci sono vari locali che offrono serate a tema o musicali. I nostri appuntamenti saranno una o due volte al mese, con una musica più ricercata”.
Riferendosi alla storia passata del bar, il giovane imprenditore spiega che l’intenzione di tutti i soci è quella di far capire ai viterbesi che ora si tratta di una nuova realtà e che il primo obiettivo è quello di offrire uno spazio ben curato, pulito e di eccellenza per quanto riguarda la preparazione del caffè. “Da noi passano anche moltissimi turisti”, spiega poi Lucio, accennando al fatto che via Matteotti è solita essere di passaggio per i viaggiatori che vengono alla scoperta del centro storico del capoluogo della Tuscia.
Per quanto riguarda la movida, il Bar Vittoria offre già da ora un servizio di aperitivo “al piatto”, con taglieri consegnati al tavolo e cocktail inclusi nel classico prezzo. La volontà dei gestori, però, non è quella di far abbuffare la clientela, ma di offrire un break con prodotti selezionati e di qualità, che possa essere un gustoso intrattenimento pre-cena: “Una meta per chi vuole rilassarsi e godere di un momento di tranquillità nella giornata. Non sarà il solito bar con aperitivi giganti e caotici”.
Come tiene a sottolineare il nostro interlocutore, il Bar Vittoria ha anche creato dei posti di lavoro per i giovani viterbesi e si preoccupa di formarli adeguatamente per quanto riguarda la preparazione del caffè. Ogni giorno, come ci spiega Lucio, il caffè viene preparato dai ragazzi dietro al bancone tenendo conto anche del grado di umidità, cosa che permette di offrire un prodotto sempre all’altezza, delicato per lo stomaco e piacevole per il palato.
Nonostante un’apertura molto tranquilla – i soci hanno scelto appositamente di non correre troppo – il Bar Vittoria si appresta a introdurre nel prossimo futuro delle novità inedite. Tra tutte, quella che più suscita curiosità è la volontà di presentare delle “colazioni musicali”, un format che sarà curato da Massimiliano Capo, figura nota a Viterbo anche per la sua sconfinata cultura musicale. Obiettivo di questa “esclusiva viterbese” sarà quello di dare la carica a chi dovrà affrontare una giornata impegnativa con della buona musica anche la mattina.
Prima di salutarci, Lucio ci avvisa che non mancheranno anche serate tipiche: “Abbiamo in mente eventi con tribute bad accostati a cibi e bevande a tema. Immaginatevi della musica dal vivo con una cover bad di Ligabue, affiancata da lambrusco e popcorn e delle piadine come aperitivo”.
Il Bar Vittoria, con l’esplosiva voglia di fare di Lucio Lazzari e dei suoi soci, si appresta a risorgere, recuperando uno spazio situato nel cuore di Viterbo.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI