L’Istituto Francesco Orioli di Viterbo: una sfida per il futuro

Di Antonella Gregori*

Entro il prossimo 25 gennaio i ragazzi di terza media dovranno scegliere la scuola secondaria superiore a cui iscriversi per l’anno scolastico 2021-22.

L’Istituto Superiore Francesco Orioli di Viterbo offre un’ampia scelta, con numerosi indirizzi professionali a cui si affianca il liceo artistico.

Da diversi anni gli istituti professionali sono pensati e definiti, nelle parole del Ministero dell’Istruzione, come «scuole territoriali dell’innovazione, aperte e concepite come laboratori di ricerca, sperimentazione e innovazione didattica».

Tutti gli indirizzi sono strutturati su corsi quinquennali di diploma, che oltre a costituire una qualifica professionale, consente l’iscrizione agli studi universitari, e coprono molteplici e vari ambiti disciplinari e di specializzazione:

Settore Industria e Artigianato

  • Indirizzo Moda made in Italy, in cui si acquisiscono le competenze per essere in grado di gestire attività lavorative legate a tutto ciò che riguarda il settore tessile, dalle capacità sartoriali (ossia essere in grado di creare un cartamodello e produrne un abito) a quelle stilistiche e industriali. Il PCTO (Percorso per le Competenze Trasversali e per L’orientamento, la denominazione che ha sostituito la precedente Alternanza Scuola-Lavoro) si svolge dal terzo anno presso aziende che possono diventare anche future sedi lavorative.
  • Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica, che si articola su due opzioni Mezzi di trasporto o Sistemi energetici, con l’obiettivo di formare tecnici in grado di operare con dispositivi di produzione e di misura complessi, dalla predisposizione al monitoraggio alla manutenzione, sia in ambiti industriali e aziendali sia in autonomia (meccanici, elettricisti, idraulici, …).

Settore Servizi

  • Indirizzo Sanità e Assistenza Sociale, forma gli operatori sociali, fornendo loro le competenze teoriche e pratiche necessarie al portare aiuto agli altri a livello professionale. Il PCTO comprende tirocini presso asili nido, scuole materne, primarie, case di riposo e altre strutture, che rappresentano il naturale sbocco lavorativo.

Questo corso di diploma è direttamente collegato al Corso di Laurea in Educatore Professionale e Sociale dell’Istituto Universitario Progetto Uomo di Montefiascone (Viterbo), affiliato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma.

  • Indirizzo Agricoltura e sviluppo rurale, con l’obiettivo di fornire competenze nella definizione delle caratteristiche ambientali e agroproduttive di un territorio, con attenzione ai suoi prodotti e alla loro valorizzazione, sia in termini di marketing che di riferimenti normativi, con attenzione all’applicazione dei Sistemi di Qualità.
  • Indirizzo Commerciale – web economy, in cui è prevista l’acquisizione delle competenze informatiche e delle conoscenze degli strumenti e ambienti di comunicazione, quali i social media, necessari a collaborare alla promozione dell’immagine aziendale o del prodotto, con particolare attenzione al territorio di riferimento.

 

La scelta del corso di studio di scuola superiore rappresenta spesso per uno studente l’inizio del proprio progetto di vita e di lavoro, e il principale obiettivo dell’Istituto consiste nel fornire gli strumenti con cui confrontare, accordare e favorire le inclinazioni e vocazioni dello studente con le caratteristiche e le possibilità offerte dal territorio.

La scuola si caratterizza inoltre per un forte impegno nelle politiche di inclusione, per assicurare una crescita culturale e formativa anche agli alunni con disabilità, sia nell’usuale programmazione che nello sviluppo di progetti dedicati.

Ti invitiamo a consultare le nostre proposte e a visionare i video dell’istituto professionale e del Liceo artistico navigando nella sezione ‘orientamento in entrata’ presente sulla home page del sito ufficiale dell’istituto e consultabile al seguente link:

https://www.iissorioli.edu.it/orientamento-in-entrata/

*Docente di Lettere Istituto Superiore Francesco Orioli di Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI