Le Corbusier fa il tutto esaurito alla Biblioteca

Marida Talamona lo scorso sabato 12 marzo ha incantato il pubblico presente alla Biblioteca Consorziale di Viterbo con storie, aneddoti e immagini.
L’architetto, docente universitario e membro del Consiglio di Amministrazione della Fondation Le Corbusier incanta il pubblico intervenuto numeroso con un lungo excursus nella vita artistica e professionale di un’icona del novecento come Le Corbusier.
Grande successo per l’iniziativa “Visioni di Sabato” al suo primo appuntamento (ne seguiranno altri quattro).
La Biblioteca Consorziale di Viterbo si è popolata di di interessati all’architettura e alle tematiche legate alle nuove concezioni della città, rimanendo letteralmente incollati allo schermo della Sala Conferenze Vincenzo Cardarelli.
Sono state proiettate, le immagini inedite custodite negli archivi della Fondation Le Corbusier di Parigi.
Grazie a una narrazione avvincente e competente l’architetto Marida Talamona ha illustrato con dovizia di particolari i primi viaggi in Italia di Le Corbusier, all’epoca ancora Charles-Edouard Jeanneret. quando era studente in una scuola di arti applicate all’avanguardia e non sapeva ancora se fare il pittore o meno. Un viaggio affascinante nel mondo e nei disegni di Le Corbusier reso alla città di Viterbo da una studiosa di prim’ordine.
Il Commissario Straordinario Paolo Pelliccia e Mariateresa Aprile ancora una volta soddisfatti del risultato ottenuto già stanno lavorando per i prossimi appuntamenti.
www.bibliotecaviterbo.it

Nella foto Marida Talamona con Paolo Pelliccia e il pubblico presente all’incontro
[pp_gallery gallery_id=”45493″ width=”400″ height=”300″]

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI