L’Agroindustria del Lazio a “The Speciality Food Festival”per conquistare i mercati del Golfo

aranno 26 le aziende del settore Food & Beverage del Lazio presenti a “The Speciality Food Festival”, Fiera storica dell’area del Golfo Persico in programma a Dubai dal 7 al 9 novembre dedicata alle nuove linee del cibo gourmet ed esclusivamente rivolta ad un pubblico professionale di buyer e distributori proveniente dall’area del Golfo, Africa e Asia.

L’iniziativa si inserisce tra le attività che la Regione Lazio sta mettendo in campo in occasione di Expo 2020 Dubai, l’Esposizione Universale in corso nella capitale con la partecipazione di 192 nazioni.

L’iniziativa è organizzata dalla Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti, ed è promossa dall’Assessorato Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start – Up e Innovazione e dall’Assessorato Agricoltura, Foreste, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Pari Opportunità della Regione Lazio, in collaborazione con ARSIAL, Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio e con Agro Camera.

Durante le giornate di “The Speciality Food Festival” nel Padiglione Italia coordinato in loco dalla Camera di Commercio Italiana negli Emirati, la collettiva delle imprese laziali potrà usufruire dei servizi offerti dalla fiera e di una serie di attività accessorie personalizzate come la presentazione a cura di Chef internazionali e Ristoratori di Dubai di prodotti del Lazio.

Queste le imprese laziali che offriranno ai visitatori della Fiera un’ampia panoramica su sapori raffinati e tipici del territorio regionale: Geo Bio, Olio Ottaviani, Mr. Moris, Biosolidale Distribuzione, Iaquone, Perino & Perino, Cipriani Tartufi, Dicos Group – Caffè Dokito, Op Latium, Il Mondo di Laura, Compagnia Alimentare Italiana, Frantoio Presciuttini, Collefraioli Società Agricola, Pallini, Agnoni, Truffleat, Pizza Croccantina e Caffè Haiti Roma.

“I mercati dei Paesi del Medio Oriente rivolgono grande attenzione al settore dell’agroalimentare italiano e la presenza delle eccellenze dell’agroindustria del Lazio ad Expo Dubai rappresenta per le nostre imprese una grande opportunità per promuovere le eccellenze dei nostri territori, espressione di qualità, tradizione, cultura e innovazione. L’economia del Lazio sta mostrando importanti segnali di ripresa e il suo export ha fatto registrare negli ultimi 5 anni la maggiore crescita rispetto alle altre regioni italiane. Questo ci spinge a rafforzare la nostra strategia per lo sviluppo che ha come parole chiave l’innovazione e l’internazionalizzazione delle nostre imprese per tornare a svolgere attività di promozione e a competere sui mercati del mondo”, dichiara l’Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start – Up e Innovazione della Regione Lazio, Paolo Orneli.

“Non potevano mancare i sapori del Lazio a Dubai, con i nostri prodotti di eccellenza, artigianali e a denominazioni di origine. Abbiamo fortemente voluto che le nostre migliori aziende agroalimentari potessero avere la possibilità di farsi conoscere in un contesto di altissimo livello internazionale e di sguardo di prospettiva al futuro. Per questo ringrazio il coordinatore del Lazio a ExpoDubai, Quirino Briganti, il mio collega di Giunta, l’Assessore allo Sviluppo Economico Paolo Orneli e Lazio Innova per il preziosissimo lavoro di squadra che, devo dire, da sempre contraddistingue l’amministrazione Zingaretti e che anche stavolta ha portato a importanti traguardi che ci vedono protagonisti negli Emirati Arabi Uniti in modo trasversale e diversificato. E un grandissimo augurio alle 26 aziende agroalimentari del Lazio selezionate per questa grandissima opportunità”, conclude l’Assessora Agricoltura, Foreste, Promozione della Filiera e della cultura del cibo, pari opportunità della Regione Lazio, Enrica Onorati.

Per le aziende dell’agrifood del Lazio presenti a Dubai è previsto anche il coinvolgimento al programma di internazionalizzazione “Italian Food and Beverage in the Gulf” della durata di 6 mesi (da ottobre 2021 a marzo 2022) che promuove specifiche iniziative a favore dell’export di prodotti della filiera dell’agroindustria italiana verso i mercati dell’Arabia Saudita, Bahrain, Kuwait ed Oman.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI