La Viterbese tira fuori il carattere e supera il Piacenza al Rocchi

Viterbese (4-4-2): Iannarilli, Pacciardi, Cruciani, Dierna, Falcone (dal 58° Doninelli), Cenciarelli, Jefferson, Neglia, Sandomenico (dal 78° Cuffa), Varutti, Celiento. In panchina: Pini, Cuffa, Belcastro, Micheli, Bernardo, Pandolfi, Cardore, Doninelli. Allenatore: Dino Pagliari.
Piacenza (4-3-3): Pelizzoli, Sciacca (dall’80° Cazzamalli), Pergreffi, Taugourdeau, Saber, Masullo, Segre (dal 75° Razzitti), Franchi, Abbate, Romero, Nobile (dal 60° Tulissi). In panchina: Miori, Di Cecco, Silva, Cazzamalli, Razzitti, Pozzemon, Colombini, La Vigna, Bertoli, Castellana, Tulissi. Allenatore: Arnaldo Franzini.
Arbitro: Stefano Lorenzin di Castelfranco Veneto.
Reti: 74° Jefferson (V).

Nella 23ma giornata di Lega Pro (girone A), la Viterbese è tornata a giocare allo stadio Rocchi, strappando un successo cruciale al Piacenza per 1 a 0, grazie a un colpo di testa di Jefferson, autore di una prestazione impeccabile.
La partita inizia e subito i padroni di casa si lanciano in avanti con una bella giocata di Jefferson, che libera Neglia, ma Pelizzoli intuisce tutto e blocca la sfera. Al 9° minuto ci riprova Sandomenico che, arrivato all’altezza del dischetto dell’area di rigore, sferra un tiro potente e centrale, facile preda del portiere emiliano. La Viterbese tesse delle ottime trame offensive, impostando azioni veloci e pericolose, mentre gli ospiti restano guardinghi, affacciandosi di rado dalle parti di Iannarilli. Dalla metà del primo tempo, il Piacenza comincia a prendere fiducia e si procura una clamorosa occasione da gol con Segre, che a un metro dai pali gira al volo un traversone partito dalla fascia sinistra, trovando la tempestiva deviazione in corner dell’estremo difensore gialloblù. Al 36° minuto i biancorossi ripartiono rapidamente in contropiede e il solito Segre mira al primo palo, ma Iannarilli salva il risultato. Le due squadre rientrano negli spogliatoi a reti inviolate, in perfetta parità. Un risultato che rispecchia i valori espressi in campo, con la Viterbese autrice di una partenza effervescente e il Piacenza, abile a contenere i blitz avversari e pronta a ripartire in attacco.
Alla ripresa, la Viterbese attacca a viso aperto e al 52° minuto divora il campo con Jefferson, che offre un passaggio perfetto per Falcone, il quale però manda fuori di un soffio. Al 58° minuto i gialloblù tornano ad affacciarsi in avanti sempre con Jefferson, che supera il portiere ma si decentra troppo e così preferisce far filtrare la palla verso Falcone, che però ritarda la battuta e favorisce l’intervento del difenore avversario. Al 74° minuto Jefferson imbecca di testa un assist e batte Pelizzoli, siglando il vantaggio dell’1 a 0. Gli animi in campo si riscaldano e al 79° l’arbitro espelle Cruciani e Razzitti per reciproche scorrettezze e le due formazioni restano in 10 uomini. Nel finale, il Piacenza cerca con ogni mezzo di riacciuffare il risultato, provando insistentemente a buttare a palla in avanti, ma con entrambe formazioni costrette a giocare con un uomo in meno saltano gli schemi, soprattutto a centrocampo e l’incontro termina con l’importante successo della Viterbese, che conquista tre punti d’oro per la graduatoria. Ora infatti, con un bottino di 34 punti, il team allenato da mister Pagliari sale all’ottavo posto, rimanendo in piena corsa per i play off. Una posizione ottimale per impostare la prossima trasferta a Prato, contro la penultima in classifica.

(Foto di Antonio Frosolini)

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI