“La mafia ordina suicidate Attilio Manca”: il libro sul neourologo di Belcolle

Dopo 14 anni le rivelazioni di un pentito riaprono il caso di Attilio Manca, il giovane urologo siciliano di Barcellona Pozzo di Gotto, deceduto a Viterbo l’11 febbraio 2004. In realtà quella morte ha tutte le caratteristiche che la fanno rientrare a pieno titolo tra i tanti misteri italiani. “La mafia ordina suicidate Attilio Manca” di Lorenzo Baldo ne ricalca la storia. Sarà presentato alla Libreria venerdì 4 novembre alle ore 18.00. Saranno presenti Luca Manca, Antonio Ingroia, Fabio Repici, Giulia Sarti, Giorgio Bongiovanni Modera Simona Zecchi, giornalista d’inchiesta, scrittrice. Non si può non restare sbalorditi di fronte alla meticolosa ricostruzione che ne fa Lorenzo Baldo. L’autore riporta e analizza una grande quantità di documenti, perizie, testimonianze, sentenze. Ma non si limita a questo. In un sapiente dosaggio di empatia e di documentazione, servendosi delle parole dei famigliari, degli amici, dei colleghi di lavoro, ci restituisce il ritratto della persona, ci fa comprendere il carattere di Attilio, il suo spessore umano. La prefazione del libro è di Don Luigi Ciotti.
Appuntamento alla Libreria Etruria – Viterbo, via Matteotti, 67, Tel. 0761 270626. Ingresso libero.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI