La Giornata Internazionale dei Migranti: Refugees Welcome Italia si rafforza anche a Viterbo

In occasione  della “Giornata internazionale per i diritti dei migranti”, che si celebra in tutto il mondo oggi, 18 dicembre, Refugees Welcome Italia, diramazione italiana dell’organizzazione transnazionale “Refugees Welcome International” attiva nell’ambito dell’accoglienza in famiglia dei rifugiati, presenta i nuovi gruppi territoriali delle province di Frosinone, Latina e Viterbo.

L’obiettivo principale dell’associazione – fondata a Berlino nel 2014 e ora attiva in 13 paesi europei, fra cui l’Italia già dall’anno successivo – è quello di promuovere  l’inclusione sociale delle persone rifugiate attraverso un modello di accoglienza basato sul coinvolgimento diretto dei cittadini.

«Il nostro obiettivo principale è quello di promuovere un cambiamento culturale e una idea diversa delle comunità affinché il “noi” e il “loro” progressivamente scompaiano come categorie.» – dichiara Fabiana Musicco, Direttrice della sede italiana.

Con questa missione, l’organizzazione “Refugees Welcome” fondata a Berlino nel 2014 e attiva in Italia dall’anno successivo, conta al momento sedi e attività in ben 13 paesi europei, ai quali si aggiungono quelle extraeuropee in Australia e in Canada.

«Abbiamo da poco celebrato il nostro quinto anno di attività in Italia e sin dal primo giorno crediamo che l’ospitalità in famiglia sia il modo migliore per facilitare l’inclusione sociale dei rifugiati nel nostro Paese e per combattere pregiudizi e paure. Le esperienze di questi ultimi anni, anche nel corso della crisi sanitaria globale, ci hanno dimostrato quanto questi valori siano radicati e sempre più condivisi anche dalle famiglie anche in Italia, ci auguriamo dunque che possa essere altrettanto anche nei nuovi territori in maniera tale da continuare a promuovere un cambiamento culturale e un modello di accoglienza diverso.» – prosegue la Direttrice Fabiana Musicco.

I gruppi territoriali di Frosinone, Latina e Viterbo – che si aggiungono a quello di Roma – opereranno nell’ambito del progetto “Destinazione Comune” che vede come capofila “Programma Integra” e la partecipazione di undici organizzazioni della società civile e del privato sociale. Il progetto è finalizzato a realizzare percorsi integrati, multi-azione e personalizzati per la piena partecipazione e l’inclusione socio-economica (casa, lavoro) e socio-culturale (socializzazione, informazione e sensibilizzazione) dei titolari di protezione internazionale nell’ambito del programma FAMI (Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020) e delle linee specifiche dedicate al potenziamento del sistema di prima e seconda accoglienza attraverso la realizzazione di piani individuali per l’autonomia socio-economica delle persone migranti.

Una delle caratteristiche peculiari del modello di accoglienza in famiglia proposto dall’organizzazione “Refugees Welcome” è la presenza capillare in diverse regioni e province, anche quelle più periferiche, in ogni paese in cui si opera e il supporto professionale fornito a gruppi su base volontaria e alle unità familiari, composte anche da una sola persona, tramite metodologie testate e in continuo aggiornamento. Il lavoro a livello locale si sviluppa con il supporto di gruppi territoriali composti da un/a responsabile a cui fa capo l’avvio e il coordinamento del gruppo e da una squadra di attivisti/e e facilitatori/trici con competenze multidisciplinari che permettono a famiglie e rifugiati di incontrarsi, conoscersi e avviare la convivenza, sostenendole e accompagnandole durante tutto il percorso.

Il gruppo territoriale di Viterbo sarà coordinato da Anna Lodeserto, esperta internazionale di politiche migratorie e di mobilità transnazionale che ha già maturato esperienze sul campo anche nell’area geografica di interesse, lavorando tramite selezioni pubbliche per enti locali territoriali e altre organizzazioni internazionali su temi culturali e politiche di inclusione sociale e integrazione europea.

Per informazioni: viterbo@refugees-welcome.it – www.refugees-welcome.it

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI