La Defensor basket getta la spugna sul finale contro San Martino di Lupari

Defensor Viterbo – Fanola San Martino – 55 – 59

 

Defensor: Puggioni 6 (2/7 da tre), Maroglio ne, Boccalato (0/1), Orchi ne, Raiola (0/1), Riccobono 6 (0/1,2/4), Ciavarella 30 (8/20,2/2), Romagnoli 3 (1/1,0/6), Cutrupi 1 (0/2), Flauret 7 (1/3,0/2), Stoichkova 2 (1/3), Ndiaye ne. Allenatore: Carlo Scaramuccia.

San Martino: Morpurgo 3 (1/2,0/1), Beraldo 1 (0/3,0/1), Fietta 7 (3/6,0/3), Busnardo 4 (2/8), Amabiglia 5 (1/1,1/3), Scappin 6 (2/4 da tre), Martini 2 (0/2), Crocetta, Profaiser (0/1), Pettenon 9 (3/6,0/5), Keys 20 (6/10,0/2), Milani 2 (1/1). Allenatore: Michele Tomei.

Arbitri: Daniele Valleriani e Simona Belprato.

Note: Tiri liberi Defensor 15/24, San Martino 16/22. Rimbalzi Defensor 42 (Cutrupi 14), San Martino 40 (Martini 12). Parziali: 10’ (11-11), 20’ (24-22), 30’ (37-38).

 

Sconfitta in volata per la Defensor che, di fronte al pubblico amico, deve cedere il passo alla Fanola San Martino di Lupari in un finale nervoso e contestato.

Scatta meglio dai blocchi di partenza la Defensor, con un 5-0 firmato dalla tripla di Puggioni e da Ciavarella; come prevedibile le ospiti si affidano soprattutto al gioco interno di Keys che, quando riesce a ricevere palla in area pitturata, sa spesso trovare la via del canestro. Ci sono anche i suoi punti nella rimonta che ospite che, dopo la seconda tripla di Puggioni, consente alle venete di trovare il pareggio quasi alla fine del periodo con un bel canestro di Pettenon.

In avvio di secondo parziale si scatena Ciavarella che prende per mano le ragazze viterbesi segnando ottimi canestri in area. La Defensor continua a fare corsa di testa e raggiunge anche le cinque lunghezze di vantaggio sul 23-18, ma è la solita Keys a ricucire lo strappo e il team allenato da Michele Tomei può tornare negli spogliatoi con soli due punti da recuperare.

La pausa lunga evidentemente fa male alla Defensor che fatica a rimettersi in moto, al contrario delle ospiti: Pettenon, Fietta e Keys confezionano un break di 0-8 in meno di tre minuti mentre le gialloblù perdono palloni in serie e sbagliano molte scelte offensive. In qualche caso i tiri sono ben presi ma non vanno a segno, così ci vuole un tiro libero di Flauret per sbloccare quota 24 e ridare un po’ di fiducia alle ragazze di casa. Ancora dalla lunetta, questa volta con Ciavarella, arriva il -3 della Defensor contro una Fanola che, poco dopo, subisce la tripla della stessa Ciavarella e si vede raggiunta sul 30-30. L’ala gialloblù è scatenata, sul possesso successivo si prende un altro tiro da tre e lo mette a bersaglio, salendo a quota 18 punti personali e spingendo le viterbesi sul 33-30. San Martino fatica contro il pressing ma trova da Scappin e Morpurgo i canestri per riportarsi avanti e nel finale di periodo ci prova con Keys, prima del canestro di Romagnoli che determina il 37-38 con cui le due squadre entrano nel quarto conclusivo.

Come già nella terza frazione è San Martino di Lupari a partire meglio, una tripla di Scappin porta infatti le giallonere sul +7 (39-46) e servono un canestro in acrobazia di Ciavarella e la prima tripla del match di Riccobono per bloccare il tentativo di fuga ospite. Si entra nei cinque minuti conclusivi con il punteggio quasi in perfetto equilibrio (44-46) e le sorti del match affidate in pratica ad una lunga volata; sono le triple di Riccobono e Scappin a regalare emozioni al pubblico e due liberi di Ciavarella a sancire la parità sul 53-53 a meno di due minuti dalla sirena.

I canestri decisivi li mette dalla lunetta Keys che condanna Viterbo alla sconfitta con i tentativi disperati di Ciavarella che non trovano la retina.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI