La Cascina Orte prepara la festA

la cascina

Una rimonta da squadra vera, una vittoria che profuma di serie A. Ad Aosta infatti è finita 4-3 per La Cascina Orte di mister Diaz che, dopo una partenza difficile, è riuscita a riorganizzarsi e, con un secondo tempo degno di una prima della classe,  a compiere la remuntada vincente. Tre punti che, sommati ai risultati del PesaroFano, sconfitto 5-1 a Lecco, e del  Came Dosson, pari ad Arzignano, mandano capitan Vendrame e soci ad un solo punto dalla massima serie. Punto che potrà essere conquistato davanti al proprio pubblico sabato prossimo quando al PalaSport di Orte arriverà l’Arzignano.

LA GARA – Match equilibrato e combattuto con i padroni di casa ben messi in campo e molto aggressivi soprattutto nella prima frazione. Un primo tempo che per la seconda volta in stagione (l’altra era stata Pesaro ndr) vedeva i biancorossi andare al riposo in svantaggio. 2-0 infatti il parziale a favore dei gialloblù locali che colpivano con Rosa due volte negli ultimi 4 minuti. Negli spogliatoi mister Diaz però si faceva sentire e tatticamente decideva di ripartire con il portiere di movimento. Al rientro in campo la gara cambiava completamente anche perchè dopo appena 80″ Sampaio accorciava le distanze. Il gol caricava gli ortani che tre minuti più tardi trovavano anche il gol del pari con capitan Vendrame. Era il momento del massimo sforzo dei viterbesi che 60 secondi dopo siglavano, con il solito bomber Sampaio, il gol del sorpasso. Appena superata la metà della seconda frazione arrivava anche il 4-2 con Juanpe. A 3′ dalla fine Rosa realizzava la sua tripletta personale e riportava sotto l’Aosta ma La Cascina teneva botta fino alla fine e al suono della sirena poteva far esplodere la sua gioia.

SPOGLIATOI – Volti sorridenti a fine partita. Queste le parole del portiere Eduardo Bragaglia (nella foto): “Una vittoria importantissima arrivata grazie alla grande voglia di non mollare mai che ha questa squadra. Nonostante il passivo iniziale infatti ci abbiamo sempre creduto e nella ripresa siamo riusciti ad imporci con merito. Ora siamo veramente vicini a coronare quel grande sogno che tutti inseguiamo da tanti mesi. Se sono emozionato per questo? Prima di tutto dobbiamo ancora tagliare il traguardo quindi, massima concentrazione ed impegno. Abbiamo tre gare per fare un punto poi ci lasceremo andare ai festeggiamenti. Certo, pensare che sabato il palazzetto sarà stracolmo e che potrebbe essere il grande giorno, qualche vibrazione nell’animo la provoca”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI