Intesa Sanpaolo stanzia 250 milioni di euro per le zone colpite dal terremoto

Attiva è la presenza ,del gruppo Intesa Sanpaolo nel territorio colpito dal terremoto,e il Gruppo ha preso immediatamente una serie di provvedimenti per famiglie e imprese delle province di Rieti, Ascoli Piceno, Perugia, Macerata e Fermo che hanno subito danni. È stato stanziato un plafond di 250 milioni di euro per i finanziamenti finalizzati al ripristino delle strutture danneggiate (abitazioni, negozi, uffici, laboratori artigianali, aziende). La banca si è attivata per predisporre una serie di misure a sostegno della popolazione, relative a mutui e prestiti per imprese, piccoli artigiani, commercianti e famiglie che hanno subito danni. Fin da oggi, aggiunge Sanpaolo, per i clienti delle filiali danneggiate dal sisma sarà subito garantita ogni forma di operatività nelle filiali più prossime e saranno approntate strutture di emergenza per garantire il supporto finanziario. Sono In fase di attivazione una raccolta fondi per sostenere la popolazione del territorio e l’applicazione di misure di esenzione per i prelievi e nuovi finanziamenti. Il gruppo è inoltre disponibile ad avviare tutte le misure necessarie per venire incontro all’esigenza di posticipazione dei pagamenti sui finanziamenti in essere, in accordo con le misure governative a riguardo. “In questo momento di emergenza e di sofferenza- dichiara Stefano Barrese, responsabile divisione Banca dei territori Intesa Sanpaolo – intendiamo rispondere in modo tempestivo all’appello del Capo dello Stato”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI