Il Natale nella Tuscia suona Gospel: ecco gli appuntamenti

Gospel

Tuscia Gospel Festival, prima edizione della manifestazione in programma a Viterbo e frazioni, dal 19 al 28 dicembre. A illustrare gli appuntamenti sono stati il direttore artistico di Tuscia Gospel Festival (e del Tuscia in Jazz) Italo Leali e Mario Ciampà, direttore del Roma Gospel Festival. Con loro l’assessore alla cultura e al turismo di Palazzo dei Priori Antonio Delli Iaconi, i consiglieri comunali Paolo Moricoli e Arduino Troili, e il consigliere provinciale Marco Torromacco.

Il primo appuntamento sarà il 19 dicembre alle 21 presso la chiesa di Santa Maria della Verità con Dexter Walker & The Zion movement, serata promossa da Viterbo con Amore.

Segue un doppio appuntamento all’interno della chiesa San Giovanni Battista di BagnaiaIl 20 alle 18 sarà la volta di 4Love Gospel Sextet, Il 21 alle 21, Nate Brown &  One Voice.

Il 22 dicembre a Viterbo alla chiesa di Santa Maria della Verità, per il concerto delle 18,30 con Pastor Patrick George, Gospel Singers.

Il 23 dicembre alle 21, presso l’abbazia cistercense di San Martino al Cimino, toccherà a The New York  Gospel Spirit.

Breve pausa nei giorni di Natale per poi riprendere con The Charleston Mass Choir  

il 27 dicembre alle 21 alla Cattedrale San Lorenzo (Duomo di Viterbo), serata promossa dal Ce.i.s. San Crispino.

Il 28 dicembre alle 21 ci si trasferirà all’interno della chiesa parrocchiale a Grotte Santo Stefano per l’ultimo appuntamento (almeno secondo il programma stampato), con Cedric Shannon Rives & Unlimited Praise Gospel Singers. 

“Ci auguriamo sia la prima di una lunga serie di edizioni – ha esordito l’assessore Delli Iaconi in apertura della conferenza -. Il Tuscia Gospel Festival, grazie alla collaborazione degli organizzatori, i direttori artistici Italo Leali e Mario Ciampà, ci offre una serie di appuntamenti che non si fermano in città, ma coinvolgono anche le frazioni di Bagnaia, San Martino e Grotte Santo Stefano. Un aspetto non secondario che sono certo verrà apprezzato dagli stessi abitanti dei luoghi interessati. L’assessore ha poi aggiunto che, oltre ai concerti previsti nel cartellone, ci sarà anche un altro appuntamento gospel, ovvero quello già annunciato per domenica 21 dicembre alle 19 in piazza Fontana Grande, a conclusione della tre giorni organizzata dalla consulta comunale del volontariato. 

Il consigliere Moricoli, con delega alla pace, dopo aver ricordato che nel 1994 il primo concerto gospel fu proposto alla città di Viterbo dal Ce.i.s. e poi successivamente da Viterbo con Amore, ha anticipato che ad aprire il concerto del 19 dicembre ci sarà il talento viterbese Francesco Facchinetti (da non confondere con il noto showman), poco più che ventenne, mentre in apertura della serata del 27 dicembre al Duomo interverrà Emanuele Bertelli, talento in erba, tra i protagonisti della trasmissione televisiva di Rai Uno, Ti lascio una canzone. 

“Ci stiamo muovendo da qualche mese su questo progetto – ha sottolineato Italo Leali, ricordando anche un incontro con il consigliere Moricoli, lo scorso aprile, durante il Tuscia in Jazz Spring Festival, nel quale era stato fatto accenno a una versione anche invernale e perchè no, natalizia -. Più volte anche con il presidente della Provincia Meroi, e con il consigliere Torromacco, di Bagnaia tra l’altro, è stata ipotizzata una serie di eventi. Ad oggi posso dire che la collaborazione con l’amico e direttore di Roma Gospel Festival Mario Ciampà e la sinergia che si è venuta a creare con tutte le istituzioni e le realtà del territorio riunite oggi in questa sala, hanno fatto la differenza e soprattutto hanno dato questo risultato. Un programma prestigioso, gran parte degli artisti si esibiscono al Parco della Musica di Roma in occasione dello stesso Roma Gospel Festival e sono conosciuti a livello internazionale. Unendo le forze siamo riusciti ad abbattere notevolmente i costi coinvolgendo Viterbo e le sue frazioni. 

Entusiasta del festival a Viterbo Mario Ciampà, che ha ripercorso un po’ della storia del gospel e della collaborazione con Italo Leali, ricordando anche l’esperienza di quattro anni fa circa, dei concerti gospel sulla via Francigena. Anche il direttore del Roma Gospel Festival ha ribadito l’importanza della collaborazione tra istituzioni, realtà territoriali e organizzatori di eventi consolidati. Prima di concludere il suo intervento, Ciampà ha annunciato che la sera del 24 dicembre, alle 21, sul Tg2, si parlerà anche di Viterbo, insieme al New York Gospel Spirit, coro che si esibirà la sera precedente a San Martino al Cimino. 

Il Tuscia Gospel Festival verrà promosso anche al Parco della Musica nella Capitale, durante il Roma Gospel Festival, manifestazione che conta 12 mila spettatori paganti ogni anno. 

Alla conferenza stampa sono intervenuti il presidente della Fondazione Carivit Mario Brutti,  Domenico Arruzzolo presidente dell’associazione Viterbo con Amore ed Ennio Peverino,  vice presidente Ceis che ha portato anche i saluti di don Alberto Canuzzi. Tra i presenti anche il consigliere Arduino Troili, con delega al territorio di Bagnaia, che si è soffermato sui due appuntamenti in programma nella frazione viterbese. L’ingresso ai concerti è libero. Uniche due serate, quella del 19 dicembre organizzata da Viterbo con Amore e quella 27 dicembre, promossa dal Ceis, prevedono un ingresso a offerta vista la finalità benefica degli eventi. 

LA LOCANDINA

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI