IC “Ettore Sacconi” di Tarquinia, riprendono gli incontri in presenza per completare i progetti Erasmus+

A distanza di due anni sono stati riavviati gli incontri in presenza per completare i progetti Erasmus+ che l’IC “Ettore Sacconi” di Tarquinia aveva intrapreso nel 2019, quando si erano avvicendati docenti e studenti di vari Paesi europei.
“Per il progetto Foreign Languages, Yes (FLY), coordinato dalla Romania, una delegazione di sei docenti del nostro istituto si è recata in Turchia, a Kusadasi, all’inizio di novembre, per aggiornarsi su tecniche e metodologie d’insegnamento della lingua straniera, incentrando l’attenzione su una serie di tool da sperimentare in classe (anche a distanza) – spiegano dall’IC “Ettore Sacconi” -. Ogni partner ha illustrato strategie e approcci attivati che verranno riproposti anche nelle nostre classi per ampliare la gamma di esperienze linguistiche fruibili dagli studenti. Ciò servirà a rendere più stimolante e coinvolgente l’attività didattica, a tutte le fasce d’età, per le varie lingue straniere insegnate in ogni scuola.  Esempi di adattamento e di sviluppo ulteriore hanno reso effervescente l’atmosfera, rinforzando il clima di cooperazione e scambio, valorizzando la creatività di ciascuno dei docenti”.
I lavori proseguiranno a distanza coinvolgendo tanti studenti. “I ragazzi della nostra scuola potranno scambiare le proprie impressioni e idee con i loro compagni portoghesi, greci, lituani, rumeni e turchi – concludono dall’IC “Ettore Sacconi” -. Una parte di loro, inoltre, potrà anche vivere di persona lo scambio di conoscenze. Entro la fine dell’anno scolastico, se la pandemia lo consentirà, dieci studenti e quattro docenti si recheranno in Romani e in Grecia”.
COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI