Gabriella Sica, viterbese di nascita torna alla Biblioteca per l’Elogio alla Poesia

Mercoledì 27 novembre, alle ore 17,30, la poetessa e scrittrice sarà l’ospite per il quarto incontro dell’Elogio della Poesia alla Sala “Vincenzo Cardarelli.
Gabriella Sica poetessa e scrittrice autrice di tante opere, è particolarmente affezionata alla Biblioteca Consorziale di viale Trento. Da oltre quarantanni sulla breccia è uscito da pochi giorni il suo libro Tu io e Montale a cena per Interno Poesia, e già ha avuto notevoli apprezzamenti.
Gabriella Sica nell’incontro di mercoledì leggerà poesie tratte da questo libro, ma anche da un altro suo libretto in prosa uscito prima dell’estate, Primula Campomaggiore Un’artista della Tuscia felice, dedicato per l’appunto all’ artista naif nativa di Vetralla.
L’appuntamento sarà l’occasione per conoscere una poetessa scrittrice italiana, nata a Viterbo tra le penne più significanti della nostra letteratura.

L’Autrice:
Nata a Viterbo, vive a Roma dall’infanzia. Protagonista della poesia italiana contemporanea, scrive in versi e in prosa fin da quando ha ideato e diretto “Prato pagano”, negli anni Ottanta, con cui una nuova generazione si affacciava alla ribalta. Tu io e Montale a cena esce a trentatré anni di distanza dal suo primo libro in versi, La famosa vita, e a dieci anni dal suo ultimo, Le lacrime delle cose. Tra i vari riconoscimenti, ha ricevuto nel 2014 il Premio Internazionale del “LericiPea” per l’Opera poetica. Tra i libri in prosa Sia dato credito all’invisibile. Prose e saggi (2000), Emily e le Altre. Con 56 poesie di Emily Dickinson(2010). Cara Europa che ci guardi. 1915-2015 (2015) e Primula Campomaggiore. Un’artista della Tuscia felice (2019). Nel sito ufficiale, www.gabriellasica.com/, si possono trovare sue poesie, traduzioni, notizie sui video da lei realizzati per la Rai dedicati ai poeti del Novecento. Il 5 dicembre presenterà il suo ultimo libro alla Fiera di Roma a “Più libri che liberi”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI