Funzionari UE nelle loro ex scuole presentano l’Europa

Far conoscere ai giovani italiani da vicino le istituzioni europee, i loro compiti e le loro attività, incontrando i funzionari europei, che, per un giorno, diventeranno il «volto» dell’Europa e, nello stesso tempo, anche quello della loro rispettiva scuola di provenienza.
È questo il senso di ‘L’Ue torna a scuolà, iniziativa ideata e organizzata dal Semestre di
Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione europea che si tiene dal 13
al 24 ottobre prossimo. Per la prima volta in Italia, circa 250 funzionari Ue torneranno per un
giorno tra i banchi delle rispettive scuole d’origine per incontrare studenti e insegnanti e parlare assieme a loro di Europa. Con video, quiz e giochi, coinvolgeranno i ragazzi e i loro docenti, raccontando anche il percorso che li ha portati a lavorare nelle istituzioni Ue. Parleranno anche delle politiche europee, delle opportunità per i giovani e in particolare delle possibilità di studio e di lavoro all’estero.
Snocciolando il calendario che proseguirà sino a venerdi prossimo in tutte le scuole superiori italiane, vivo interesse ha suscitato l’appuntamento di venerdi scorso presso il Liceo Linguistico di Viterbo, con funzionario UE Beatriz Velasquez ritornata sui banchi della propria scuola superiore, suscitando con il suo racconto europeo vivo interesse nella platea.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI