Ferento, “I due papi” conquistano il pubblico con gli straordinari Giorgio Colangeli e Mariano Rigillo

di Luciano Pasquini

Teatro Romano di Ferento  sabato 13 agosto ore 21,15 si apre la scena de
 “I Due Papi ”lo spettacolo che chiude il programma di prosa  della stagione 2022, una commedia di dirompente forza emotiva che ha visto calcare la scena per prendersela tutta  a due grandi attori del nostro panorama teatrale, Giorgio Colangeli e Mariano Rigillo, che hanno raccontato il complesso rapporto tra Joseph Ratzinger e Jorge Mario Bergoglio, appena prima delle dimissioni di Benedetto XVI e della successiva elezione di Francesco nel 2013. Un duetto strepitoso tra due interpreti di razza hanno segnato  gli ingredienti del testo teatrale la cui trasposizione cinematografica è stata uno dei più grandi successi degli ultimi anni.

“Questo incontro e il dialogo fra Ratzinger e Bergoglio – che sia veramente avvenuto o meno non importa –ha dichiarato il regista Nicoletti, ci riguarda tutti, in quanto uomini.- Ed è  la predisposizione giusta con la quale affrontare questo impegnativo allestimento”. L’atteggiamento con cui il pubblico di Ferento ha seguito le quasi due ore di uno  spettacolo che ha parlato di due uomini e, allo stesso tempo,  di tutti gli uomini. Parlando del potere, di come a volte sia difficile se non impossibile per un solo uomo sostenere il fardello delle responsabilità, ponendo l’interrogativo di quanto, veramente, sia giusto o meno perseverare o se non valga la pena, a volte, scendere dalla propria croce. E Joseph Ratzinger  decide  di seguire la propria coscienza. Il resto è  affidato alla storia pura dei nostri giorni.

Dopo gli applausi si spengono le luci su una stagione che ci ha riservato appuntamenti teatrali  di elevata qualità, concedendoci la ricchezza di un teatro a cielo aperto che per la sua unicità potrebbe essere utilizzato ancora meglio.

 

Appuntamento di chiusura del cartellone di Ferento il 18 agosto con gli Hotel Supramonte e l’omaggio al grande Fabrizio De Andrè.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI