Federica Miralli disabile, in prima linea per combattere le barriere che imprigionano Viterbo

“Ho 38 anni sono nata e cresciuta a Viterbo, risiedo nella splendida Bagnaia e sono orgogliosamente una viterbese disabile sorda. Da molti anni vivo con intensità e passione il mondo del volontariato che si occupa di disabilità, prima come Presidente di un’associazione nazionale che si occupa di diritti, eguaglianza e pari opportunità per i disabili, nello specifico di persone sorde, ed ora come Vice presidente dell’Associazione Perché io Segno. Ho vissuto sulla mia pelle le difficoltà che un disabile affronta quotidianamente, anche in una città come Viterbo. Mi sono candidata nella lista civica La Voce dei Giovani Viterbesi in sostegno di Luisa Ciambella, perché credo nel cambiamento, credo in Luisa e in tutti i giovani candidati , CREDO che insieme potremo cambiare Viterbo! Bisogna far largo ai giovani, con le loro idee, con le loro aspirazioni e perché no, anche ai loro sogni . Voglio portare avanti con determinazione le istanze dei mie concittadini disabili per dar voce a chi per troppo tempo è stato considerato un cittadino di secondo ordine, mettendo a frutto quello che la vita e 38 anni di sordità mi hanno insegnato. Mi metto in gioco donando agli elettori la mia esperienza personale che spero possa concretizzarsi in un aiuto fattivo verso chi ne ha realmente bisogno, senza dimenticare mai che quei problemi che miro a risolvere sono gli stessi che hanno spesso messo a disagio me. La mia disabilità non mi rende migliore o peggiore, mi mette solo nelle condizioni di comprendere meglio e con occhi diversi i limiti, le difficoltà, le barriere che imprigionano una splendida Città come Viterbo. Non farò promesse mirabolanti, Viterbo ha bisogno di fatti concreti, realizzabili, e soprattutto finanziabili con una attenta programmazione del bilancio comunale, vi presento i progetti di indirizzo che proporrò in consiglio comunale: ATTIVARE sportelli POLIFUNZIONALI con OPERATORI preparati ad intervenire in risposta alle varie esigenze dell’utenza e quindi in base alla disabilità di riferimento, superando quel qualunquismo che tutti noi riscontriamo nell’interfacciarci “alla cosa pubblica ed ai pubblici uffici”. AUMENTARE le ore di ASSISTENZA SPECIALISTICA nelle scuole per favorire il pieno sviluppo cognitivo del bambino e garantirne la piena integrazione scolastica. Per i disabili SENSORIALI, per le persone Cieche, introduzione dei i SEMAFORI SONORI su tutto il territorio comunale fondamentali per consentire loro una totale autonomia, ed altri interventi urbanistici a loro destinati. Per le persone con deficit uditivo di ogni genere e grado: creazione di sportelli informativi presso gli uffici pubblici della Città, per un accesso diretto e pieno ai servizi, tramite operatori preparati nell’uso della LIS Lingua dei Segni Italiana, Lingua che è riconosciuta in tutto il territorio comunale di Viterbo grazie al lavoro svolto dal presidente del consiglio comunale di Viterbo Marco Ciorba POLO D’ INCONTRO per le associazioni del volontariato della Città di Viterbo per dar senso a quella rete sociale di cui tanto abbiamo bisogno, creare legami forti e condividere e realizzare progetti che porteranno beneficio alla cittadinanza in tempi brevi”.

Federica Miralli Candidata al consiglio comunale nella Lista civica La Voce dei Giovani Viterbesi

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI