Experience Etruria: progetto per valorizzare le eccellenze

franceschini

Experience Etruria è stata presentata al pubblico nel a Sala della Crociera, in via del Collegio Romano. A illustrare l’ambizioso progetto sono stati il soprintendente per l’Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale Alfonsina Russo, la responsabile del Visual Information Technology Lab di Cineca, Antonella Guidazzoli. Sono seguiti gli interventi dei rappresentanti istituzionali dei comuni delle tre regioni coinvolte, ovvero Leonardo Michelini, sindaco di Viterbo, Giuseppe Germani, primo cittadino di Orvieto e Luca Ceccarelli, assessore del comune di Grosseto. L’intervento conclusivo è stato quello del ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini. “Experience Etruria – ha spiegato il sindaco Michelini – è il frutto dell’impegno di diciassette territori, diversi tra loro, appartenenti a tre regioni diverse – Lazio,  Toscana e Umbria – ma con obiettivi in comune. Insieme abbiamo sottoscritto un protocollo. Anzi, preferisco definirlo un patto, nato per la valorizzazione e la promozione delle nostre eccellenze territoriali. Io credo che in questo caso potremmo definirci come i precursori di quell’area vasta di cui tanto si parla. Una rete di relazioni che va oltre gli ambiti amministrativi convenzionali e che punta a unire realtà territoriali diverse e spesso distanti tra loro, accomunate da stessi interessi di sviluppo economico, turistico, ambientale e culturale. Il Ministero e la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale sono stati fondamentali nel sancire questo accordo, ma anche nel dar vita a questo percorso che parte ufficialmente oggi e che, sono certo, contribuirà fortemente a far conoscere e apprezzare i nostri territori al di fuori dei confini nazionali”.

Dopo aver ascoltato le parole del ministro Franceschini, il sindaco Michelini ha inoltre aggiunto: “Il ministro ha definito Experience Etruria un modello innovativo da prendere come esempio per far conoscere i territori nel mondo. Faremo tesoro di queste sue parole e soprattutto faremo in modo che l’Expo di Milano sia solo un punto di partenza”.

In linea con Leonardo Michelini il vice sindaco Ciambella, presente alla conferenza stampa e in prima linea già dallo scorso ottobre, quando si iniziarono a muovere i primi passi verso questo progetto. “Siamo partiti decisi, compatti. Davvero un lavoro di squadra per mettere in rete le nostre eccellenze. Oggi stiamo presentando al Paese quattro sorprendenti itinerari tra Lazio, Umbria e Toscana, sulle tracce degli Etruschi e dei loro segreti.

Il tutto arricchito da un’indimenticabile esperienza multisensoriale, da una piattaforma multimediale interattiva, nei luoghi della cultura, con mostre diffuse nei musei dei nostri territori e, ancor di più, con l’emozionante viaggio in 3D della principessa etrusca, che conduce nei luoghi più suggestivi delle nostre terre. Siamo tutti molto soddisfatti di questo progetto. Continueremo a lavorare per avere presto quei risultati in cui tutti noi crediamo”. Presente all’incontro anche il presidente della Fondazione Carivit Mario Brutti. “L’intervento della Fondazione Carivit a sostegno di Experience Etruria – ha sottolineato Brutti – si colloca tra quelle iniziative mirate alla valorizzazione delle risorse del nostro territorio. Un contributo verso una nuova economia, per un modello di crescita e di sviluppo sostenibile”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI