15.8 C
Viterbo
lunedì, maggio 20, 2024
Pier Paolo Pasolini

“Pasolini e la Tuscia: un amore antico”, se ne parla a Villa San Giovanni in Tuscia

Si svolgerà domenica 26 febbraio a Villa San Giovanni in Tuscia alle ore 16.30 l’evento “Pasolini e la Tuscia: un amore antico”, promosso dall’Associazione culturale La Scuffiaccia.

La scrittrice Rosella Lisoni intratterrà i presenti relazionando sul legame profondo e antico che unì Pasolini al territorio della Tuscia, l’attore regista e narratore di comunità Pietro Benedetti reciterà poesie, brani, sceneggiature tratte dalle opere del grande intellettuale del secolo scorso.
Focus della serata l’amore di Pasolini per la Tuscia, quasi una seconda terra natia, specchio del suo amato Friuli dal quale fugge, in compagnia della madre, nel 1950.
La Tuscia come territorio da salvare e valorizzare, luogo in cui ancora dimorano gli antichi valori. Tuscia da vivere e nella quale immergersi per trarre, dal suo passato contadino, la forza per affrontare un futuro incerto.
Tuscia come dimora del sacro, da riscoprire nei corpi dei sottoproletari delle sue prime prove di regie, nei luoghi dell ‘amato Friuli, nella Roma delle borgate romane, in Oriente, in  Africa, nel sud d’Italia e in ultimo nella Tuscia: a Viterbo, a Chia, a Orte.
Tuscia come  location di alcune scene dei suoi film più belli: Il Vangelo secondo MatteoUccellacci e uccellini o del docufilm La forma della città dedicato alla città di Orte.
Tuscia come luogo di luce, di pace, di armonia dove poter scrivere, soggiornare, dirigere film, lottare per la realizzazione di un’ Università statale, lontano dalla Roma del “Palazzo” dove i veri valori non riescono a sopravvivono all’alienazione del consumismo capitalistico.
COMMENTA SU FACEBOOK

Data

26 Feb 2023

Ora

16:30

Luogo

Villa San Giovanni in Tuscia
Categoria