19.3 C
Viterbo
lunedì, agosto 2, 2021

Lo splendore delle Basiliche Romaniche di Tuscania San Pietro e Santa Maria Maggiore

Le Basiliche di Santa Maria Maggiore e San Pietro sono due capolavori dell’architettura medievale romanica, e la passeggiata di martedì 29 mattina sarà dedicata a un vero e proprio viaggio nel medioevo che permetterà di conoscere in maniera approfondita il risultato del lavoro dei grandi maestri comacini, e dell’arte romanica presenti a Tuscania nell’XI secolo.
La città era un’importante diocesi ed un potente centro in espansione, di cui ne sono testimonianza i due grandi cantieri che porteranno alla realizzazione delle basiliche romaniche di San Pietro e Santa Maria Maggiore. Al tempo della loro costruzione le due chiese si trovavano all’interno della cinta muraria che proteggeva la città.
Sorsero così intorno alla chiesa di San Pietro e l’adiacente palazzo episcopale alcune torri di difesa, due delle quali fanno ancora parte dell’imponente spettacolo scenografico ed altre due mozzate che si trovano sul lato sud ed est del colle. Il quartiere più antico della città, iniziò a spopolarsi quando fu escluso dalla cinta muraria il cui perimetro originario di circa 5 km fu ridotto nel XV secolo per motivi economici e difensivi, a vantaggio degli altri colli e quartieri.
Le due chiese furono lasciate a partire da questo periodo in quello splendido isolamento che oggi incrementa il loro fascino. Nel 1971 le chiese di San Pietro e Santa Maria Maggiore subirono gravi danni a causa di un forte terremoto ma, grazie a un paziente e scientifico lavoro di restauro, sono potute tornare agli antichi splendori.
Infine ci attendono presso l’Agriturismo Sensi il bel campo di lavanda ed il Casino di Caccia del Cardinale Ercole Consalvi, segretario di stato di Pio VII.
Il Casino fu costruito nel 1800, e la tenuta fu un piacevole luogo di rifugio e meditazione di un personaggio che svolse un ruolo diplomatico importantissimo nei rapporti tra il pontefice Pio VII e Napoleone Bonaparte. L’edificio padronale è oggi circondato dalla lavanda e da ulivi centenari. Questo è il miglior periodo per godere della bellezza della fioritura, il colore è intenso e i fiori si riempiono di farfalle e di api indaffarate nel lavoro. L’Azienda Agricola Sensi è tutta al femminile, guidata dalle sorelle Claudia e Patrizia che hanno avviato la coltivazione della lavanda, realizzando una linea cosmetica a base di olio extravergine d’oliva e olio essenziale di lavanda, oltre che il loro olio Dop e tanti altri prodotti.
APPUNTAMENTO: martedì 29 giugno alle ore 9.30 in largo Vittorio Marinozzi, Tuscania
COSTO: 10 €
DIFFICOLTA’: facile
DURATA: 3 ore circa
ABBIGLIAMENTO: scarpe comode, abiti leggeri, cappellino, acqua. Dotarsi di mascherina e gel sanificante.
INFO E PRENOTAZIONI: annaritaproperzi@gmail.com – 333 4912669
COMMENTA SU FACEBOOK

Data

29 Giu 2021

Ora

09:30 - 12:30

Luogo

Tuscania
Categoria