Emergenza neve: a Viterbo ancora più militari

Per fronteggiare l’emergenza neve nel capoluogo, da mercoledi 28 febbraio sono in azioni anche gli uomini e le donne del sesto reggimento genio pionieri di Roma. per rafforzare l’intervento, iniziato alle 15 di martedì, dell’aviazione dell’esercito.Come si ricorderà il Prefetto ha attivato tempestivamente le procedure necessarie per rispondere alla richiesta del Comune. I militari continuano a distribuire manualmente il sale per le vie di Viterbo e a spalare le vie del centro storico e nel resto della città. Da tre giorni, trenta militari del primo reggimento Aves Antares, del centro addestrativo aviazione dell’esercito e del terzo reggimento elicotteri per operazioni speciali Aldebaran stanno lavorando fino a tarda serata per ripristinare la circolazione nel capoluogo e sgomberare da neve e ghiaccio gli ingressi di case e negozi.
“Nonostante le misure previste dal Piano neve, che sono state puntualmente applicate e che seguono una logica ben precisa, – aveva fatto sapere il vice sindaco Luisa Ciambella – in maniera preventiva abbiamo richiesto l’aiuto della Prefettura per questa importante operazione. Il Comune di Viterbo, non essendo il comune di Bolzano, non dispone di mezzi piccoli (averli e utilizzarli ogni 5 anni presupporrebbe un costo per gli utenti troppo alto per acquistarli e per manutenerli),adeguati per le strette vie del centro storico, è per questo la squadra dell’esercito ed ora degli altri militari che si sono aggiunti sarà di fondamentale importanza”.La differenza la farà il miglioramento delle condizioni meteorologiche previsto in serata con l’avvicendarsi della pioggia.Ma de i disagi purtroppo restano.Ai cittadini è richiesto il di reputare la situazione di carattere straordinario, la collaborazione, e avanzare richiesta di aiuto laddove il fenomeno si presenta come irrisolvibile.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI