E’ nato il Portale nazionale dell‘etichettatura sotto l’egida di Camera di Commercio

Da oggi è a disposizione delle imprese il Portale nazionale dell‘etichettatura (www.portale-etichettatura.lab-to.camcom.it), un nuovo strumento completamente digitale che fornisce un supporto per la creazione e l’aggiornamento dell’etichetta alimentare.

Il Portale nasce dall’esperienza maturata attraverso lo Sportello Etichettatura e Sicurezza Alimentare, un servizio di primo orientamento nato nel 2009 a Torino e in Piemonte e attualmente attivo in più di 60 province italiane. La costante crescita dello Sportello ha fatto emergere l’esigenza di offrire agli operatori del settore un supporto digitale ancora più strutturato, fruibile, funzionale e con maggiori contenuti. Nel Portale ci sono esempi di etichette di prodotti italiani del territorio, normativa in materia di sicurezza ed etichettatura alimentare e numerose FAQ. Le imprese infatti devono garantire la correttezza delle informazioni contenute in etichetta, per evitare possibili ripercussioni in tema di responsabilità e di sanzioni amministrative.

“Grazie a questo nuovo strumento disponibile on line – dichiara Domenico Merlani, presidente della Camera di Commercio di Viterbo – contribuiamo nell’offrire anche alle imprese del territorio un ausilio qualificato, pratico e sempre aggiornato sulle novità normative italiane ed europee che riguardano l’etichettatura di prodotti alimentari a tutela dei consumatori e delle stesse imprese. Un ambito giuridico particolarmente delicato e complesso, dove sono presenti direttive spesso di difficile comprensione per i non addetti ai lavori ma a cui però ci si deve adeguare”.

Il progetto è realizzato dalla Camera di Commercio di Torino e dal suo Laboratorio Chimico, sotto l’egida di Unioncamere e con la collaborazione, a oggi, di 30 enti camerali tra cui la Camera di Commercio di Viterbo che nel Portale mette a disposizione delle proprie imprese contenuti personalizzati come schede di prodotti tipici o più rappresentativi. Ciascun ente opera, nell’ambito del Portale, sulla base di un flusso operativo personalizzato, secondo modalità concordate con il Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino, che consente di monitorare i quesiti in tutti i passaggi, operativi e amministrativi.

Per accedere al Portale dell’Etichettatura Alimentare le imprese che operano nel settore agroalimentare devono effettuare una registrazione, a seguito della quale potranno poi accedere alla loro area riservata per inserire i quesiti e usufruire delle future funzionalità. Le risposte ai quesiti vengono inserite direttamente sul Portale, in modo che le aziende possano accedere e consultare agevolmente lo storico dei quesiti.
Per le imprese registrate al Portale è possibile utilizzare la funzionalità “Crea la tua etichetta” che consente alle aziende di esercitarsi a creare le proprie etichette utilizzando un modello predefinito, ma non precompilato. L’impresa deve infatti scrivere le indicazioni così come richiesto dalla normativa, come per esempio riportare il termine “Ingredienti” e prestare attenzione al “TMC/data di scadenza”, al lotto, alla dichiarazione nutrizionale. Il fac-simile dell’etichetta creata può quindi essere inoltrata allo Sportello Etichettatura per richiedere un commento.
L’impresa che richiede un quesito o inoltra un’etichetta al Portale, se risiede nel territorio in cui esiste lo Sportello Etichettatura e Sicurezza Alimentare, può usufruire del servizio secondo le modalità previste dall’ente che ha aderito al progetto. In altre province dove non è presente lo Sportello, il servizio è comunque disponibile a pagamento, a costo orario.

“La collaborazione con il Laboratorio Merceologico di Torino – spiega Francesco Monzillo, segretario generale della Camera di Commercio Viterbo – è stata avviata già dall’inizio di quest’anno attraverso l’attivazione delle Sportello Etichettatura e Sicurezza Alimentare che offre il servizio alle imprese della provincia di Viterbo che operano in tutta la filiera del settore agroalimentare (produzione, trasformazione e commercializzazione). Il servizio è gratuito per le imprese, almeno fino ad esaurimento delle risorse appositamente stanziate dall’Ente camerale per sostenerne gli oneri”.

Il Portale è accessibile a tutti, compresi i consumatori, per consultare il materiale informativo disponibile, in particolare i riferimenti normativi “orizzontali” di etichettatura, le schede dei prodotti del territorio relative agli Enti che hanno aderito al progetto e le FAQ con le risposte finora elaborate in base all’esperienza di tutti gli Sportelli.
Al momento hanno aderito al Portale le Camere di Commercio di: Alessandria, Marche, Valle d’Aosta, Asti, Avellino, Bari, Biella e Vercelli, Molise, Chieti e Pescara, Como e Lecco, Cuneo, Firenze, Milano-Monza-Brianza-Lodi, Napoli, Novara, Pisa, Pistoia, Pordenone e Udine, Basilicata, Sondrio, Trento, Treviso e Belluno, Torino, Varese, Verbano-Cusio-Ossola, Viterbo. Le Unioni Regionali di: Calabria, Emilia Romagna, Piemonte. L’Azienda speciale della Camera di Commercio Lecce.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI