Corsa all’Anello e associazione Celiachia Italia Umbria per cibi senza glutine nell’ambito della festa

NARNI 7 settembre 2020 – L’associazione Corsa all’Anello e l’associazione Celiachia Italia Umbria hanno firmato un protocollo d’intesa finalizzato alla promozione all’interno della Corsa all’Anello della cultura dell’alimentazione senza glutine. Il documento è stato firmato nell’ambito di un evento in programma per il Festival delle Arti del Medioevo che si è concluso domenica scorsa, dal presidente dell’associazione Corsa all’Anello Federico Montesi e dal segretario dell’Aic Umbria Marta Sargeni.

L’intento è quello di promuovere eventi culturali sull’alimentazione senza glutine all’interno della cucina medievale e del territorio umbro e di svolgere eventi di formazione e informazione destinati ai volontari della Corsa all’Anello sulle procedure da attuare per poter preparare e somministrare alimenti senza glutine. L’obiettivo è inoltre quello di promuovere mediante i canali di comunicazione e tramite i mass media le attività congiunte che verranno svolte dalle associazioni e realizzare nell’ambito della Corsa all’Anello un punto di somministrazione, denominato “taverna medievale” che possa preparare e somministrare alimenti senza glutine e che possa essere aperto nelle date di svolgimento della manifestazione. Infine, uno degli intenti sarà quello di creare un comitato comune alle due associazioni con delegati di ciascuna, con sede presso il Palazzo dei Priori di Narni, che possa organizzare e promuovere le attività che sono state definite.

“Sono doppiamente orgogliosa della firma di un così importante documento – ha spiegato Marta Sargeni –  come celiaca e come narnese. Il protocollo è un primo passo sostanziale verso la costruzione di una collaborazione che porterà Narni a poter essere un punto di riferimento per i celiaci umbri e non solo nell’ambito delle rievocazioni storiche della nostra regione. In passato,  alcune altre manifestazioni avevano offerto proposte senza glutine nei menù di qualche taverna, ma  la firma del protocollo di intesa con l’associazione Corsa all’Anello va ben oltre, sia garantendo la possibilità di avere un’offerta strutturata, sicura e monitorata nella taverna medievale, sia per l’impegno a collaborare ad eventi culturali che ci consentono di diffondere la cultura sulla celiachia, sulla cucina naturalmente senza glutine in un percorso innovativo ed inclusivo che speriamo possa essere uno stimolo per la regione intera. Ed ora al lavoro –ha aggiunto –  verso l’edizione 2021 della Corsa all’Anello, cercando di avere sempre un approccio positivo anche in un anno così complesso per il nostro paese. Penso che questa collaborazione sia la dimostrazione di saper sfruttare la crisi e guardare avanti”.

“La collaborazione con Aic – ha affermato Federico Montesi – rientra perfettamente nel percorso di studio sulla cucina medievale che l’associazione Corsa all’Anello sta portando avanti da tempo con i terzieri. La cucina medievale nasce predisposta a non avere contaminazioni e ad essere adatta ai celiaci. Con l’adeguata formazione al personale addetto e facendo questo percorso insieme ad Aic, creeremo importanti momenti di fusione tra la cucina medievale ed il cibo senza glutine. Si tratterà di un percorso inclusivo che avrà come uno degli obiettivi quello di dare vita ad una taverna medievale che preparerà cibi senza glutine. Verrà condotta – ha concluso –  una ricerca proprio sulle ricette della cucina medievale prive di glutine, per preparare piatti autentici della tradizione, adatti ai celiaci. Proprio per questo motivo verrà istituito anche un comitato per la promozione di tutte le attività che verranno organizzate nel percorso fatto in sinergia tra Aic e associazione Corsa all’Anello”.

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI