Confguide Daniela Stampatori: le guide turistiche Sentinelle delle bellezze di Viterbo

“Quella della guida turistica- ci dice la Presidente Confguide Lazio Nord Daniela Stampatori –  non è solo una professione che ha lo scopo di raccontare un territorio con le sue bellezze artistiche e paesaggistiche, con le sue peculiarità etnoantropologiche e folcloristiche, ma è soprattutto una missione: promuovere e difendere questo territorio sempre, anche quando le criticità sono evidenti a tutti, residenti e turisti”.

È facile narrare la magnificenza della Viterbo dei Papi o della centralità che la città ebbe durante il periodo rinascimentale quando si visitano i monumenti principali o si passeggia per le piazze ed i vicoli della città. Più difficile è dover giustificare ai turisti angoli architettonicamente rilevanti deturpati dal degrado, dall’incuria e dall’abbandono. Ormai abbiamo finito le scuse e le motivazioni. Negli anni abbiamo imparato che delegare ogni responsabilità all’Amministrazione di turno non risolve il problema, che le colpe vanno ripartite tra tutti gli attori della città. Noi di Confguide – Confcommercio Lazio Nord ci siamo chiesti, allora, cosa possiamo fare per dare il nostro contributo, noi che il centro storico lo viviamo, lo misuriamo quotidianamente passo per passo e pietra per pietra, lo conosciamo nei suoi cambiamenti ed evoluzioni storiche. Denunciare può bastare? No. Segnalare e comunicare invece può aiutare.

Come Associazione di Categoria abbiamo dunque concertato con l’Amministrazione Comunale un incontro per discutere del centro storico: grazie alla premura e alla disponibilità dell’Assessore alla Cultura, Turismo e Spettacolo Marco De Carolis, al Dirigente delle Politiche dell’Ambiente Eugenio Maria Monaco e al consigliere Paolo Bianchini, abbiamo avuto modo di conoscere a fondo le procedure e le tempistiche che regolano la gestione e la manutenzione del verde pubblico, del decoro e della nettezza urbana. Si è discusso dei progetti futuri e si sono messe in campo nuove idee e suggerimenti per migliorare la fruibilità del centro storico, per accogliere al meglio i turisti senza penalizzare i residenti.

Abbiamo, infine, convenuto su come le guide turistiche siano effettivamente delle sentinelle che vigilano sul cuore della città e pertanto ci siamo proposti, nel nostro ruolo professionale, come parte attiva nel controllo delle zone più frequentate dai turisti, segnalando di volta in volta, tramite una procedura concordata, i casi di degrado e trascuratezza all’interno del centro storico o delle aree comunali frequentate dai turisti (come, ad esempio, le frazioni di Bagnaia e San Martino al Cimino).

“Denunciare a volte è necessario, segnalare è un dovere civile e morale, dialogare è una grande opportunità umana e politica. Amare un territorio è la possibilità di preservarlo per chi verrà dopo di noi. Raccontarlo è passione e missione: le guide turistiche fanno sì che questo territorio rimanga nel cuore di chi viene a conoscerlo. Ed un’esperienza positiva è il miglior souvenir che un turista possa portarsi a casa”.

Confguide – Confcommercio Lazio Nord

 

 

 

 

 

 

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI