Conad Nord Ovest e i suoi Soci donano oltre 250 panchine rosse per dire no alla violenza di genere

 Una panchina rossa per sostenere tutte le donne vittime di violenza. In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donneConadNord Ovest ed i suoi Soci sul territorio, sostengono il progetto Panchine Rosse, lanciato dagli Stati Generali delle Donne, promuovendo l’installazione di centinaia di panchine rosse. Perché educazione, cultura ed informazione sono la prima forma di prevenzione.

La panchina rossa oggi è un simbolo universalmente riconosciuto e associato al tema della violenza di genere. In segno di sensibilizzazione e sostegno tangibile contro un fenomeno ancora troppo radicato e che si è purtroppo acutizzato nel periodo della pandemia.

Sono oltre 250 le panchine rosse donate complessivamente da Conad Nord Ovest e dai suoi Soci sui territori di competenza, con l’obiettivo di ribadire l’impegno a respingere ogni forma di violenza e discriminazione sulle donne.

Le panchine, molte delle quali già in via di installazione, sono collocate nei pressi dei punti vendita Conad, presso le sedi territoriali della cooperativa, in aree verdi e presso scuole medie e superiori, in collaborazione con i Comuni, le associazioni e i centri antiviolenza locali in Toscana, Emilia, Liguria, Lazio, Piemonte, Sardegna e Valle d’Aosta. Con molte di queste associazioni sono stati avviati anche numerosi progetti che sfoceranno in attività concrete a tutela delle donne e che proseguiranno nel tempo. Sulle panchine anche targhe riportanti il numero nazionale antiviolenza 1522 e/o i contatti dei centri antiviolenza locali. Il progetto continuerà anche nei prossimi mesi con la donazione di ulteriori panchine rosse in tutto il territorio della Cooperativa.

Un gesto importante che testimonia l’impegno di Conad, da sempre sensibile alle tematiche sociali e vicina alle comunità di riferimento con azioni concrete a sostegno delle persone in difficoltà, come le donne che subiscono violenza e che combattono ogni giorno per il diritto all’eguaglianza e alla libertà, ma anche un’attività di sensibilizzazione e informazione verso le nuove generazioni.  

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI