Civita di Bagnoregio all’Expo di Milano per fare rete

Civita di Bagnoregio e la spettacolare Valle dei Calanchi hanno affascinato l’Expo. Il dissesto idrogeologico sta mettendo a rischio la storia millenaria di uno dei luoghi più belli al mondo. “Non si può e non si deve – commenta Francesco Bigiotti, sindaco di Bagnoregio – sottostare a questa triste realtà. E’ il dovere morale di tutti noi. Dobbiamo ‘fare rete’ e salvare un patrimonio italiano di così inestimabile valore. I lavori di messa in sicurezza della strada per raggiungere Civita sono iniziati in tempi record e proseguiranno a ritmo costante e serrato”.”Civita di Bagnoregio deve essere salvata”. Un appello accorato; un punto fermo da cui partire. Il sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti, ha rinnovato l’appello esponendosi in una vetrina internazionale davanti a una gremita platea di ospiti non solo istituzionali nel Padiglione Italia della Regione Lazio, all’Expo Milano 2015.
La conferenza promossa dal Progetto ABC Arte Bellezza Cultura è stata l’occasione per ricordare, al mondo intero, la macchina organizzativa che si è messa in moto per salvare la “città che muore” e tutte le iniziative future previste per valorizzare uno dei borghi medievali più belli al mondo.
Ci stiamo muovendo nella strada giusta commenta di Luca Profili, giovane e attivo vice sindaco di Bagnoregio. “Andiamo avanti spediti . Mai, come in questi ultimi mesi, abbiamo registrato così tante presenze turistiche nel nostro territorio.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI