Civita Castellana, ordinanza di non potabilità temporanea delle acque

Questa mattina il sindaco di Civita Castellana Luca Giampieri ha firmato un’ordinanza di non potabilità temporanea delle acque erogate dall’acquedotto pubblico del Barco di via Nepesina. Decisione presa a seguito della comunicazione della Asl di Viterbo con cui si comunicava l’esito delle analisi chimiche eseguite dall’Arpa Lazio – Sezione di Viterbo, dalle quali risulta il superamento per il parametro arsenico dei limiti fissati dall’Allegato I del D.L.vo 31/01, nel punto di prelievo della Fontana Pubblica di via Roma.

Pertanto, a seguito del superamento certificato delle concentrazioni di arsenico, il sindaco ha ordinato la non potabilità delle acque erogate dal pubblico acquedotto in località Fabbrece, via Nepesina, località Fontana Quaiola, località La Penna, località Priati, via Roma, totalità del centro storico compreso il locale sede dell’ospedale “Andosilla”.

Fino a nuova disposizione, nelle suddette zone, l’utilizzo dell’acqua deve essere limitato a usi in impianti tecnologici e per igiene domestica.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI