Chirurgia oncologica di Belcolle al quarto posto tra le oltre 100 unità operative laziali

Numeri importanti di attività per l’unità operativa di Chirurgia oncologica di Belcolle, diretta da Roberto Santoro. I recenti dati del Programma regionale valutazione esiti (PREVALE), pubblicati dalla Regione Lazio, hanno infatti posizionato la struttura complessa viterbese al quarto posto tra le oltre 100 unità operative laziali, in termini di volumi di attività e qualità di risultati, registrando un incremento di interventi chirurgici per cancro colorettale del 15% nel 2020, rispetto agli anni pre-pandemia.

E il trend di crescita è confermato anche nel 2021, con gli indicatori aziendali che parlano di un’ulteriore crescita dei volumi di attività del 10% rispetto all’anno precedente. Dati significativi che testimoniano come la pandemia non abbia arrestato nella Asl di Viterbo la presa in carico dei pazienti oncologici della Tuscia.

“In questi 22 mesi difficili per tutti – commenta il direttore dell’unità operativa di Chirurgia oncologica di Belcolle, Roberto Santoro -, l’attività non si è mai interrotta. Sono state eseguite oltre 2mila colonscopie di screening e abbiamo potuto garantire a oltre 230 pazienti il trattamento chirurgico di uno dei più temibili tumori nel nostro Paese. Gli esiti del sistema regionale Prevale sono un riconoscimento pubblico di un faticoso, costante e silenzioso lavoro che abbiamo svolto mettendo in campo una rete articolata di attività e servizi, sia a livello ospedaliero che territoriale. Una grande soddisfazione per tutti noi operatori”.

L’incessante attività di screening sul territorio – aggiunge il direttore generale della Asl di Viterbo, Daniela Donetti -, la presa in carico ambulatoriale e ospedaliera in urgenza, gli interventi eseguiti con la tecnica mininvasiva laparoscopica, e il lavoro del Gruppo multidisciplinare oncologico digestivo (GMOD) rappresentano una organizzazione puntuale che, nella nostra azienda, accompagna il paziente affetto da cancro colorettale in tutto il suo percorso: dalla diagnosi alla guarigione, fino alla ripresa di una vita normale. I numeri certificati dalla Regione Lazio pongono l’ospedale Belcolle ai vertici della sanità laziale e sono strettamente collegati all’azione di rilancio che, insieme a tutti i nostri professionisti, abbiamo promosso, programmato e realizzato in questi ultimi anni”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI