Camminata alle Forre di Corchiano e di Pian Sant’Angelo, Oasi WWF

Una escursione domenica 14 maggio a dir poco fantastica nelle Forre di Corchiano e di Pian Sant’Angelo, Oasi WWF, zona ricca di bellezze naturalistiche e di importanti testimonianze del passato, come cavernette preistoriche e protostoriche, tombe, necropoli e vie cave falische, un ponte romano, un tratto della via Amerina, antiche mole, opere idrauliche falische. Un ambiente unico e quasi magico, con il Rio Fratta che scorre tra le alte pareti tufacee, dove potremo scorgere tombe rupestri, attraversare un antico ponte romano e percorrere antichissime tagliate etrusche.
La camminata inizia dall’Oasi WWF di Pian Sant’Angelo, accompagnati dalla responsabile WWF; l’Oasi infatti è un’area protetta accessibile solo con visita guidata. Qui la natura si sposa con la storia, in un mix di ambienti naturali e reperti archeologici unici. Attraverseremo la macchia per poi scendere nella forra, lussureggiante; vedremo il “Ponte del Ponte”, imponente struttura che fungeva da acquedotto e diga; scenderemo nella bellissima “Tomba del Capo”, etrusca, una delle più importanti della zona. Rientrando nel fitto del bosco scenderemo verso la seconda forra, arrivando presso una sorgente di acqua detta “del granchio”, utilizzata sin dal tempo degli Etruschi.
Pausa pranzo per poi scendere nuovamente nelle Forre, quelle di Corchiano. Tra le altissime pareti tufacee scavate dal Rio Fratta, le vie cave di Sant’Egidio e di Cannara, l’antico ponte romano e un tratto basolato della via Amerina, una immersione nella storia nelle zone, abitate dai Falisci, dagli Etruschi e dai Romani.

Escursione di media difficoltà, adatta a tutti.
Lunghezza percorso circa 14 km
Dislivello 350 mt.

Necessari abbigliamento adeguato e scarponcini da trekking, in quanto il territorio nelle forre è scivoloso.

Pranzo al sacco

Appuntamento ore 9:15 alla Sede dell’Oasi WWF di Pian Sant’Angelo.
Ingresso all’Oasi 10 euro, 8 euro se oltre 15 partecipanti, 4 euro per i soci WWF

Guida GAE Laura Rubini

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI