Borse di studio Erasmus: aperto il bando

Ragazzi in Erasmus

Andare a studiare per un periodo di tempo all’estero? Per molti universitari è un sogno che si può avverare alla luce del Progetto Erasmus, che grazie alla Comunità Europea sancisce la possibilità di effettuare in una università straniera un periodo di studio legalmente riconosciuto dal proprio ateneo. Per l’anno accademico in corso è stato pubblicato sul  sito http://betforjobs.erasmusmanager.it il Bando delle borse Erasmus+ per mobilità studenti per traineeship (tirocinio) per l’anno accademico 2014/15.

L’attività di Traineeship consente a studenti universitari e, da quest’anno, anche neolaureati entro 12 mesi dalla laurea, di svolgere tirocini presso Enti, imprese, centri di formazione e di ricerca presenti in uno dei Paesi dell’Unione Europea partecipanti al Programma;
Gli studenti interessati, oltre al Bando unico del Consorzio BET for JOBS debbono consultare anche l’Allegato n. 2 dell’Università della Tuscia.
Per l’a.a. 2014/2015 sono disponibili n. 45 borse di 4 mesi con un contributo mensile, finanziato con fondi comunitari, variabile da un minimo di € 430,00 ad un massimo di € 480,00, differenziato sulla base del costo della vita nei Paesi di destinazione .
Gli studenti interessati, regolarmente iscritti ad un corso di laurea/laurea magistrale/dottorato di ricerca,dovranno, entro la data di scadenza del bando ossia il 28 novembre 2014 alle ore 12.00, provvedere a:
  • compilare la domanda di partecipazione online (completa degli esami sostenuti fino al momento della presentazione della domanda e dei voti riportati) reperibile sul sito del consorzio BET for Jobs, all’indirizzo http://betforjobs.erasmusmanager.it/:

    • allegare in formato PDF. i certificati richiesti per l’eventuale conoscenza linguistica e/o permanenza all’estero;
    • compilare elettronicamente e allegare in formato PDF. il Modulo Motivazione e Training Programme di cui all’allegato IV del bando.

Le seguenti informazioni sono prese dal sito dell’Univesrità degli Studi della Tuscia 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI