Bassano in Teverina, quelle sculture moderne tra storia e natura dell’artista Lucilla Catania

di Luciano Pasquini

A Bassano in Teverina le sue opere sono collocate permanentemente in un luogo della contemporaneità immerso tra Natura e Storia.Un luogo in cui l’arte contemporanea avrebbe l’ambizioso obiettivo di creare, con i tempi e le modalità che saranno necessari, un Parco di Sculture in un terreno,di proprietà della stessa scultrice Lucilla Catania. Nasce da qui l’idea di creare a Bassano in Teverina uno spazio della contemporaneità immerso nella Natura e nella Storia. Un trait d’union tra Arte Contemporanea e Archeologia in questo borgo gioiello della Tuscia che vuole aprirsi ad un turismo, consapevole, grazie al patrimonio naturale di cui dispone. Il Gruppo Archeologico Bassanese formato da volontari è particolarmente attivo nella promozione e salvaguardia del posto. La recente inaugurazione dei sentieri panoramici predisposti dal CAI è stata l’occasione per chi scrive di mettere a fuoco potenzialità bellezze unicità di questo territorio dove tutto appare disegnato a regola d’arte .Una giornata all’aria aperta camminando tra i boschi, con sentieri ben curati e agevoli, anche per i meno esperti di trekking , che portano verso una storia millenaria attraversata da monumenti rupestri come: L’Altare di Casole una struttura vagamente somigliante ad una piramide tronca, composta da due gradini, in cima alla quale è stato ricavato un blocco monolitico dal quale probabilmente prende il nome di “altare”, Il monumento molto simile a quelli di alcuni monumenti funerari trovati nella Tuscia Viterbese, forse collocabile in età romana. Imbattendosi poi in una chiesetta rupestre, associata ad una necropoli, e caratterizzata da tombe antropomorfe che permettono di inquadrarla cronologicamente all’epoca altomedioevale. Il sito è particolarmente interessante anche per la presenza di numerose “pestaiole” sicuramente usate in ambito produttivo. Sono tuttora in corso le attività di ricognizione e scavo del sito. Ed è proprio nell’avvicinarsi al borgo di Bassano in Teverina che il nostro sguardo è rimasto attratto dalle sculture moderne e ben inserite nel paesaggio, realizzate dell’artista Lucilla Catania, un pedigree rilevante, ha frequentato l’accademia delle Belle Arti di via Ripetta e si è diplomata in scultura con Emilio Greco, nel marmo l’artista trova la sua dimensione espressiva, il materiale che caratterizza il suo lavoro consente di dare alle sue opere immaterialità e assenza di gravità che colpiscono l’occhio di chi le osserva.Il giardino si sta man mano popolando di sculture di altri autori e la possibilità di poterlo ampliare, costituirebbe, un punto di forza sull’offerta di giardini artistici della Tuscia.Lasciando Bassano a fine giro, è stato doveroso un passaggio alla torre dell’orologio, una costruzione rinascimentale che ha preservato al proprio interno il campanile dell’adiacente chiesa di Santa Maria dei Lumini inglobandolo nella torre stes-sa, una particolarità che rende Bassano in Teverina un luogo unico come la Tuscia.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI