Baseball, il WiPlanet Montefiascone pareggia con l’Academy Nettuno

Uno sfortunato primo inning della seconda partita, nel quale l’Academy ha segnato 4 dei 5 punti totali, ha impedito al WiPlanet di vincere entrambi gli incontri dell’ultima giornata della prima fase. In realtà, alla squadra falisca sarebbe bastato un pizzico di cinismo in più per segnare molti più punti, dato che nelle due partite i giallo-verdi hanno lasciato sulle basi ben 29 corridori, contro i 17 degli avversari. Quindi abbiamo battuto di più, ma non al momento decisivo per far segnare i compagni sulle basi. Dovrà migliorare questo aspetto, per lottare con tutte le armi con l’obiettivo della salvezza.

Giornata non ottimale anche per i lanciatori, con Andretta (4 RL, 2 BVC, 1 BB, 6 K), che nella partita mattutina è uscito al 4° inning per un affaticamento, rilevato prima da Michele Carletti (1 RL, 2 BVC, 2 BB, 1 K), e poi dal fratello Matteo (4 RL, 6 BVC, 2 BB, 2 K), mentre nella seconda Polanco (7RL, 7 BV, 1 B, 5 K) ha avuto solo uno sfortunato primo inning (una base su ball, un colpito e tre valide hanno portato 4 punti ai nettunesi), poi ottimamente rilevato da Tabarrini (1 RL, 1 BV, 0 B, 1 K).

In battuta, va sottolineata la prestazione di Samuele De Simone (4 su 5 nella prima e 2 su 2 nella seconda), attualmente ottimo nella classifica battitori con una media di 389. Strano che non sia stato ancora mai convocato nella Nazionale U23…

“La prima fase si è chiusa con una vittoria ed una sconfitta – ha dichiarato il manager Licciardi – e rimane il rammarico per non aver sfruttato tutte le occasioni create. Siamo andati mediamente meglio in battuta, ma siamo stati poco cinici al momento di portare a casa i punti. Nella prima partita abbiamo lasciato sulle basi ben 18 corridori, 2 a inning, che costituisce quasi un record! Se fossimo stati più “cattivi” avremmo chiuso prima la partita, anche se siamo stati sempre in vantaggio. Il monte di lancio ha avuto qualche momento di sbandamento, a parte il solito Tabarrini che ha rilevato benissimo Polanco nella seconda, e questo ha consentito ai nettunesi di segnare 4 punti al primo inning della seconda partita, punti che sono stati determinanti per il risultato finale. Da domenica prossima ci giochiamo la salvezza, e sarà fondamentale tirar fuori il massimo dalle opportunità che potremo costruire.”.

Dobbiamo sottolineare che Andretta è stato convocato per i raduni infrasettimanali sia della nazionale seniores che dell’U23, girando tutti i campi del Nord Italia, ed è soggetto ad un superlavoro per cui ha potuto lanciare solo 4 inning nella prima partita.

Per quanto riguarda la pool scudetto, il Cagliari ha conquistato una assolutamente imprevista e innovativa partecipazione alla pool finale, mentre la Federazione ha cambiato la composizione dei gironi per la salvezza, che inizierà domenica 4 luglio. WiPlanet, Paternò ed Academy si incontreranno di nuovo nel girone D, con l’aggiunta di Grosseto, Fiorentina e Longbridge Bologna. Quindi non più Modena, Sala Baganza e Oltretorrente, che comporranno il girone C insieme a Lastra a Signa, New Rimini e Athletics Bologna. Rimane l’interrogativo del perché il Lastra a Signa sia stato inserito nell’altro girone e il Longbridge Bologna nel girone del WiPlanet, ma la squadra dovrà lottare con tutte le proprie risorse per rimanere nella massima serie. Per questo il presidente Marianello e la società stanno affannosamente ricercando qualche rinforzo, soprattutto in battuta.

In questo fine settimana i giovani della serie C hanno disputato una buona gara, pur perdendo 7 a 1 in trasferta a Grosseto, mentre l’U15 ha perso 16 a 1 ad Anzio contro i Dolphins.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI