Arriva la spremitura: conoscere le Dop viterbesi Canino e Tuscia

Il territorio viterbese, da sempre vocato alla produzione di olio di oliva, può vantare ben due prodotti di eccellenza nell’ambito dell’olio extravergine di oliva:la Dop Canino e la Dop Tuscia.
I prodotti a denominazione di origine protetta nascono su volere della Comunità Economica Europea, per la promozione di prodotti di qualità aventi caratteristiche tali da essere riconosciuti sul territorio e rappresentare una carta vincente per il mondo rurale ed una scelta garantita per il consumatore.
Proprio per queste motivazione ci possiamo vantare di avere una della prime Dop riconosciute in Italia la Dop Caninio, che già dal lontano luglio del 1996 ha ottenuto il riconoscimento europeo (Reg. CE n. 1263/96) per la certificazione e la valorizzazione di questo eccellente prodotto. La zona interessata è localizza nella fascia collinare compresa tra i 250 ed i 450 metri s.l.m. su un terreno vulcanico ed include tutta o parte della superficie dei Comuni di Canino, Arlena di Castro, Cellere, Ischia di Castro, Farnese , Tessennano, Tuscania e Montalto di Castro.
L’olio di oliva che ne deriva è quello prodotto dagli olivi delle varietà Caninese, Leccino, Pendolino, Maurino e Frantoio, estratto a freddo con processi meccanici e fisici, per non alterare le caratteristiche peculiari originarie del frutto. Questo olio di oliva extravergine deve avere un fruttato che ricorda il frutto sano, fresco raccolto al punto ottimale di maturazione ( la raccolta è compresa tra il 20 ottobre ed il 15 gennaio dell’anno successivo) con un sapore deciso di amaro e di piccante.
La seconda dop del nostro territorio, per ordine di riconoscimento, è la Dop Tuscia (Reg. Ce n. 1623/2005) che copre tutto il territorio della Tuscia eccetto quello di Canino.Le varietà ammesse dal disciplinare di produzione sono il Canino, il Leccino ed il Frantoio per il 90/% e solo il rimanente 10% della produzione della singola azienda può essere apportata da altre varietà presenti nel territorio quale Pendolino e Moraiolo. L’olio di oliva extravergine che ne deriva è un olio che può essere diverso secondo la zona di provenienza ma sempre con fruttato verde che ricorda la drupa raccolta al punto ottimale di maturazione con un gusto di amaro e piccante in perfetto equilibrio con il fruttato. Queste nostre Dop Tuscia e Dop Canino per le loro caratteristiche sensoriali certificate di fruttato di media intensità verde deciso e vegetale, caratterizzato da note di campo, con gusto particolare e sempre complesso che può avere sentore di carciofo, cardo ed una nota balsamica in chiusura, oli indispensabili per condire e cucinare alcuni piatti che fanno parte della tradizione gastronomica della Tuscia quali: zuppe, minestre di legumi, bruschette , carni cotte in vario modo.
*Assaggiatore e Cultore Olio Extra Vergine d’Oliva

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI