Arriva il gelo e forse la neve. I consigli degli idraulici di Confartigianato

E’ in arrivo il grande freddo. Dal pomeriggio sera di domenica il temibile “burian” il gelido vento della Siberia accompagnato forse dalla neve farà capolinea anche nel viterbese portando diversi giorni di temperature abbondantemente sotto la media.
In queste condizioni c’è il rischio di causare danni a impianti e tubazioni non adeguatamente protetti. E’ necessario usare buon senso e seguire alcuni accorgimenti secondo i termoidraulici di Confartigianato. Chi a casa utilizza impianti a combustione e stufe molto spesso per risparmiare qualcosa spegne l’impianto, che invece dovrebbe rimanere acceso alle cosiddette temperature antigelo. Quando specialmente di notte le temperature scendono a picco si può rompere il circolatore della caldaia se questa è rimasta spenta. Occorre poi adottare una serie di accortezze affinché l’acqua all’interno dei tubi non si ghiacci, causando così per la maggior pressione rotture e guasti. E’ bene quindi avvolgere i tubi esterni con un panno e soprattutto chi ha seconde case o case sfitte, scaricare l’acqua del circuito termico e dalla cassetta di risciacquo del water. Le caldaie posizionate sui balconi vanno adeguatamente protette altrimenti si possono bloccare a causa del freddo con conseguente spaccatura dei tubi. Infine, va verificato anche il contatore dell’acqua fredda, verificando che non giri a vuoto nonostante sia spento, potrebbe significare rottura di tubi esterni soprattutto per chi ha irrigazione nel giardino. Gli uffici di Confartigianato restano a disposizione per qualsiasi informazioni Tel. 0761-337914 – www.confartigianato.vt.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI