Anche all’Orto Botanico dell’Unitus si ricorda Dante

Quest’anno in tutta Italia si ricordano i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri e anche l’Orto Botanico “Angelo Rambelli” dell’Università degli Studi della Tuscia, in collaborazione con il Sistema Museale di Ateneo e il Sistema Bibliotecario di Ateneo, ha voluto dedicare una giornata al Sommo Poeta. Nella splendida cornice delle collezioni botaniche, in prossimità della Sorgente termale del Bulicame, domenica 10 ottobre dalle 10.00 alle 18.00, si svolgerà la manifestazione dal titolo “…vedi l’erbette, i fiori e li arbuscelli... (Purgatorio XXVII, 134)”. Per l’occasione è stato creato, in collaborazione con il professor Paolo Procaccioli, un percorso tematico “Sulle orme di Dante”, qui alcuni tratti della Divina Commedia si animeranno tra le affascinanti collezioni dell’Orto Botanico.  In programma, a partire dalle ore 10, l’inaugurazione della mostra “Il Dante avvelenato” con creazioni in cartapesta realizzate dall’artista Giorgio Pulselli, a seguire, la presentazione del libro “Il segreto di Dante, un tentativo di guardare oltre il velame delli versi strani” scritto da Cesare Pirozzi, moderatore professor Giorgio Bottiglione. Verrà inoltre presentata dal professor Paolo Marini la mostra bibliografica e documentaria dal titolo “Galeotto fu ‘l libro”, organizzata dal Centro di Ateneo per le biblioteche (CAB), che sarà visitabile presso il Complesso di Santa Maria in Gradi fino al 15 ottobre. Non mancheranno visite guidate a cura di Giorgio Chioccia, guida storica dell’Orto Botanico, che accompagnerà i visitatori in un viaggio dantesco attraverso le collezioni botaniche e farà scoprire le piante citate da Dante nella Divina Commedia con metafore o similitudini. Per i bambini un nuovo e divertente laboratorio creativo dal titolo “Non sono grassa ma succulenta, conosciamo e coltiviamo insieme le piante di ambiente arido”. Il laboratorio avrà la durata complessiva di un’ora con una parte introduttiva alla scoperta di questo succoso mondo e una parte pratica in cui i bambini apprenderanno e metteranno in pratica tecniche di coltivazione delle piante succulente. Al termine ogni bimbo riceverà la sua piantina “grassa- succulenta” e una piccola sorpresa.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI