“Alunni a Quattro Zampe” la cultura della cinofilia da soccorso all’Ist.Canevari

La cultura della cinofilia da soccorso entra nelle aule delle quarte e quinte classi dell’istituto comprensivo Silvio Canevari. Il progetto, Alunni a quattro zampe, promosso dall’Unità Cinofila da Soccorso Viterbo con il patrocinio del Comune di Viterbo e del Gruppo Cinofilo Viterbese – Delegazione E.N.C.I. Viterbo, è stato concepito per divulgare nelle scuole la cultura cinofila, in particolare quella della cinofilia da soccorso. Il progetto si articola infatti su incontri all’interno degli istituti scolastici. Nelle aule si stabilisce un rapporto con il cane, attraverso prove pratiche di avvicinamento e socializzazione. Sono previste nozioni di comportamento in caso di eventi calamitosi e l’interazione con le organizzazioni di volontariato, simulazioni di eventi sismici con dimostrazioni di allestimento delle strutture operative, la predisposizione e l’attuazione di operazioni di ricognizione e ricerca, tramite l’ausilio di unità cinofile e soccorso dei dispersi, con recuperi effettuati da personale sanitario volontario. Alla giornata di martedì hanno partecipato l’Unità Cinofila da Soccorso Viterbo, la Misericordia di Viterbo, il gruppo di protezione civile Tuscia Viterbo e il gruppo comunale di Protezione Civile di Viterbo. Protagonisti a quattro zampe sono stati Lucky, Fly, Akira e Victor. “È importante fare questo tipo di esercitazioni nelle scuole con il coinvolgimento diretto dei bambini, della protezione civile e delle unità cinofile – ha sottolineato l’assessore alla protezione civile Claudia Nunzi – Una lezione indubbiamente diversa, incentrata sulla pratica e sulla prevenzione. Ringrazio la dirigente scolastica, la professoressa Paola Bugiotti, per aver aperto a questa esperienza l’istituto comprensivo Canevari. Il prossimo 23 ottobre si replicherà alla scuola primaria di San Martino”. Presenti anche il consigliere Ludovica Salcini e la responsabile alla protezione civile della Polizia Locale Romina Delle Cese.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI