Alla scoperta del territorio: il “sistema lago di Bolsena”

Il 26 maggio si è svolta a Bolsena presso il teatro San Francesco la manifestazione finale dedicata alle Scuole di Secondo grado coinvolte a Viterbo nel Piano Lauree Scientifiche. Questo progetto si propone a livello nazionale come strategia per incoraggiare i giovani a proseguire la loro formazione nel campo di Facoltà come Chimica, Fisica, Matematica. E’ proprio in tale ambito infatti che ultimamente si sta assistendo ad un preoccupante calo di iscrizioni che in proiezione potrebbe concretizzarsi in una reale mancanza di risorse intellettuali per la ricerca di base con risvolti veramente preoccupanti per il nostro Paese.
Quest’anno il tema di lavoro proposto alle scuole dal Dipartimento per l’Innovazione nei Sistemi Biologici, Agroalimentari e Forestali (DIBAF) – UNITUS è stato : Alla scoperta del territorio: il sistema lago di Bolsena”.
Il lavoro aveva altresì lo scopo di evidenziare come sia solo la positiva integrazione di competenze diverse a rendere possibile la comprensione di tematiche complesse come quelle ambientali.
Il nostro Istituto si è contraddistinto per il modo in cui i ragazzi hanno declinato la proposta con impegno ed entusiasmo. Sotto la guida esperta della prof.ssa Donatella GRANDE hanno realizzato un plastico in 3d della carta idrogeologica del comprensorio del lago di Bolsena; nell’attuazione di questo progetto si è particolarmente impegnato l’allievo Simone NOTAZIO della classe IIC.
Gli allievi delle classi IID e IIE coordinati dalla prof.ssa Maria Gabriella TORDI nella sezione “Le acque del lago di Bolsena……viste da vicino” hanno discusso i risultati delle analisi di ossigeno disciolto, azoto, fosforo, residuo salino e conducibilità ottenuti in analisi sul campo e nel proprio laboratorio mettendoli a confronto con i dati chimici -fisici reperibili su http://www.bolsenaforum.net/Scuole/index.php/Stato Ecologico 2015.
Gli allievi Fabrizio PIGNATELLI e Iacopo BAGLIONI hanno poi realizzato un originale video sulla visita fatta alla centrale di potabilizzazione in località Il Castagno gestita da Talete-spa dove fra l’altro si spiega il complesso funzionamento dell’annesso impianto di dearsenificazione.
Infine Iacopo BAGLIONI nonostante sia ancora solo al secondo anno dell’Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, ha progettato e aperto il sito PLS2018-viterbo dove chiunque sia interessato potrà visionare l’insieme di tutto il complesso lavoro.
Si ringrazia la dott.ssa Patrizia SIBI per la coordinazione dell’iniziativa e la Talete-spa per la cortese ospitalità

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI