AIA Viterbo, Gianluca Di Giovenale promosso in serie D e Pierluigi Battistin promosso al nazionale

Nella mattinata di venerdì 1° luglio, la dirigenza nazionale dell’AIA ha reso note le promozioni di arbitri, assistenti e osservatori arbitrali di tutta Italia per la prossima stagione sportiva.

Buone notizie sono giunte anche per la sezione di Viterbo, presieduta da Luigi Gasbarri. Infatti, sono due i promossi alle categorie superiori: l’assistente arbitrale Gianuca Di Giovenale (nella foto cover) che sale in serie D e l’osservatore arbitrale di calcio a 5 Pierluigi Battistin che debutta in campo nazionale.

L’assistente arbitrale Gianluca Di Giovenale, classe 1995, è nato e vive a Civita Castellana. È fidanzato da cinque anni e mezzo con Alessandra, ed entrambi sono studenti dell’Università della Tuscia di Viterbo.

Durante la recente cerimonia per gli 80 anni della sezione AIA di Viterbo, Gianluca Di Giovenale è stato premiato come migliore assistente arbitrale sezionale in ambito regionale. “Una targa che ha portato fortuna – dichiara Di Giovenale – sono contentissimo per questa promozione, per la mia fidanzata e i miei genitori, perché hanno visto i sacrifici che ho fatto in questi anni. E pensare – confessa – che non provengo dal mondo del calcio. Ho praticato per nove anni la pallavolo, poi nel 2012 con l’amico Alessandro Scorsino ho fatto il corso per diventare arbitro e nel 2017 sono diventato assistente arbitrale su consiglio dell’allora presidente regionale degli arbitri Luca Palanca. Ringrazio tutta la sezione – conclude – in particolare il presidente Gasbarri che è sempre al fianco di noi giovani per spronarci a raggiungere i traguardi sportivi.”

L’altro promosso della sezione AIA di Viterbo è Pierluigi Battistin, osservatore arbitrale di futsal, 56 anni, Sottufficiale dell’aviazione dell’esercito a Viterbo dove si occupa di traffico aereo e meteorologia. Sposato con due figli, uno, Umberto, ha anche arbitrato per un certo periodo.

“Sono arbitro dal 1986 – dice Battistin – e di calcio a 5 dal 1996, anche se qualche gara come assistente l’ho diretta nel 1991. Ho praticato anche atletica, pallacanestro e ovviamente calcio. Sono tecnico di atletica leggera ed occasionalmente anche giudice di gara. Sono soddisfatto del risultato raggiunto – prosegue – e ringrazio per la fiducia gli organi tecnici dell’AIA. Sono grato al presidente Gasbarri – conclude – fu lui che, praticamente d’autorità, mi mandò a fare l’osservatore arbitrale in regione, essendo il primo della sezione di Viterbo ad essere transitato direttamente dall’arbitraggio nel ruolo osservatori di calcio a 5”.

Molto soddisfatto il presidente Luigi Gasbarri. “Sono stati premiati l’impegno e il sacrificio di questi due nostri associati – dichiara – sono promozioni meritate e che riempiono d’orgoglio tutti gli iscritti alla nostra sezione”.

Pierluigi Battistin

 

AIA, associazione italiana arbitri, sezione di Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI