Wiplanet Montefiascone, da Grosseto a mani vuote, ma consapevoli del proprio valore

Il Wiplanet Montefiascone è sconfitto due volte dall’Ecopolis Bbc Grosseto, che rimane in vetta al girone D, ma la seconda vittoria è arrivata solo al tie-break dopo che i giallo-verdi si sono portati sul 3-0 dopo due riprese e hanno resistito sul 3-2 fino al 9°, perdendo poi al tie-break con un errore banale su un out a casa base. Il Montefiascone ha battuto di più (6 valide contro 4), ma hanno contato i 5 errori difensivi contro l’unico del Grosseto. Ma encomiabile è stato il comportamento di tutta la squadra, con una rosa ridotta all’osso (Vincenti ancora infortunato e Ceppari infortunato nella prima partita). L’amarezza e l’orgoglio della squadra traspaiono dal messaggio che domenica ha inviato ai ragazzi il Vice-Presidente Tabarrini: “Quella di ieri sera è stata l’ennesima dimostrazione del valore di ognuno di voi! Giocare in condizioni di estrema emergenza e dominare per tutta la partita una squadra con un roster di quel livello rende ancora più amara la sconfitta,… non voglio perdere l’occasione di dirvi GRAZIE! … … per tutto quello che fate, per come lo fate e soprattutto, per quello che, ogni volta, dimostrate di essere!!!”

Il manager Licciardi è amareggiato ma positivo: “Voglio innanzitutto ringraziare i ragazzi per quello che hanno fatto, con un roster ridotto all’osso contro una squadra ben attrezzata come il Grosseto. Abbiamo puntato a vincere la seconda partita e la scelta ha funzionato per 24 eliminati. Siamo andati subito in vantaggio, con un Polanco eccezionale (6 RL, 4BVC, 2 BB, 2K) ben rilevato da Andretta, e siamo arrivati al nono inning avanti per 3 a 2; purtroppo abbiamo concesso la base su ball al primo battitore dell’ultimo inning, e il Grosseto è riuscito a pareggiare anche per nostre imperfezioni in difesa. Poi nell’inning supplementare abbiamo segnato per primi, ma non siamo riusciti a contenere gli avversari nel loro attacco, che ha segnato due punti. È una trasferta amara, ma guardiamo avanti, al girone di ritorno che sarà difficile soprattutto per la rosa limitata”.

Dello stesso parere il coach Carletti: “La doppia sconfitta è certamente immeritata; il netto punteggio della prima (12 a 1) è bugiardo e nella seconda abbiamo dovuto fare a meno di Ceppari, infortunatosi al polso. Abbiamo giocato bene,  ma le partite tirate si risolvono con i dettagli e noi non siamo stati impeccabili verso la fine della seconda partita, subendo con grande delusione una sconfitta amara.”

Nelle altre partite il Paternò ha sconfitto il Longbridge 11 a 9 e 3 a 2, con i bolognesi che sono andati vicini ad un risultato di prestigio, mentre Fiorentina ed Academy si sono incontrate a Nettuno in uno scontro-salvezza, con i tirrenici che hanno prevalso per 3 a 1 e 2 a 1, all’ultimo inning, in due partite che dimostrano che entrambe le squadre faranno di tutto per non arrivare ultimi, anche se la situazione della Fiorentina sembra complicata. Ora il calendario della serie prevede due giornate importanti, prima a Nettuno e poi, dopo una sosta a Ferragosto, a Firenze. Non abbiamo dubbi che per tutte le squadre, il prossimo mese sarà difficile; sarà molto importante mantenere la giusta concentrazione e determinazione.

 

 

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI