“Vitis Sapientiae: calici di cultura. Il vino”, giornata di studi a Castiglione in Teverina

L’Associazione Vitis Sapientiae ha dato vita alla I giornata di studi “Vitis Sapientiae: calici di cultura. Il vino” il 13 novembre scorso presso il MUVIS, Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari di Castiglione in Teverina.
Durante il convegno, personaggi di spicco del mondo umanistico e giovani studiosi hanno dialogato intorno al tema che più rappresenta il territorio che ha ospitato l’evento, il vino.
Hanno partecipato: Pietro Tamburini, Marco Pacciarelli, Alessandro Trapassi, Marica Ossuto, Arianna Santini e Benedetta Cosimi con interventi che hanno spaziato dall’archeologia alla museologia e la storia delle religioni. Ad arricchire la discussione anche gli interventi di personaggi di spicco del mondo accademico e culturale italiano, il prof. Massantini e il dott. Di Gennaro, che erano tra il pubblico.
La giornata è nata dall’idea di far incontrare mondi diversi verso il medesimo obiettivo, creare e divulgare cultura.
Un lavoro di concerto e di collaborazione che ha visto lavorare insieme all’associazione il Comune di Castiglione in Teverina e il Sindaco Leonardo Zannini, il Muvis, rappresentato dal direttore Marcello Arduini e da Mauro Belli che è stato il moderatore dell’evento, la Protezione Civile – Gruppo Castiglione in Teverina che ha reso sicura la giornata, la Pro Loco ed il Comitato Festeggiamenti che hanno ospitato il convegno all’interno di una delle manifestazioni più importanti per il paese, la Festa di San Martino Olio, Funghi e Vino.
Lo spirito di condivisione e la volontà di valorizzare il territorio si è concretizzata nella partecipazione delle aziende enologiche castiglionesi che hanno sponsorizzato l’evento: Azienda Enologica Trebotti, Cantina Papalino, Tenuta La Pazzaglia, Trappolini S.n.c., Paolo e Noemia D’Amico, Fattoria Madonna delle Macchie.
Un esempio di cooperazione tra attori diversi fondamentale per la crescita di un territorio come quello castiglionese, che ha nel vino e nella cultura due elementi di forza.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI